Attualità

INVIATO CITTADINO Il coronavirus non ferma il Circolo del Tempobono

Il presidente Enzo Garghella e gli attivissimi soci della meritoria Associazione del Borgo Bello non si dànno per vinti e continuano a proporre iniziative di carattere sociale e ricreativo, nel segno di un rinnovato ottimismo

Il presidente Garghella scherza con le socie-cuoche Anna e Nella

Il virus non ferma l’operosità del Circolo del Tempobono, malgrado il tempo… cattivo. Ipotesi e progetti per l’estate.

Il presidente Enzo Garghella e gli attivissimi soci della meritoria Associazione del Borgo Bello non si dànno per vinti e continuano a proporre iniziative di carattere sociale e ricreativo, nel segno di un rinnovato ottimismo.

I sabati restano l’occasione privilegiata per incontrarsi, anche in momenti conviviali. Con le dovute attenzioni e nel rispetto delle prescrizioni di carattere sanitario a livello preventivo.

In cucina le socie Nella e Maria (in foto col presidente Garghella), munite di tutti i sussidi imprescindibili come mascherine e guanti, a protezione propria e dei commensali.

Bicchieri sigillati in buste di plastica, pane e frutta incartati, stoviglie monouso: tutto secondo prassi.

Anziché il pienone, posti limitati e rigorosamente riservati ai soci, senza ospiti né iniziative di grosso appeal. Eppure non mancano, dopo cena, momenti di amichevole confronto. Fra i temi in discussione, le iniziative da intraprendere nella prossima stagione estiva, non più all’interno, ma nell’arena che potrà essere sede di spettacoli e momenti di piacevole intrattenimento. Anche nel segno della collaborazione con l’adiacente Teatro di Figura di Mario Mirabassi. Ma anche col Canguasto della Chiarini, con gruppi musicali e quant’altro.

Insomma, il Tempobono non viene meno alla propria tradizione di matura socialità e civile condivisione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Il coronavirus non ferma il Circolo del Tempobono

PerugiaToday è in caricamento