Domenica, 14 Luglio 2024
Attualità

Il cardinale Bassetti saluta la diocesi di Perugia-Città della Pieve, da oggi è ufficialmente "in pensione". I probabili successori

Papa Francesco ha accettato la rinuncia al governo pastorale dell’archidiocesi presentata dal presule che pochi giorni fa aveva anche lasciato la guida della Conferenza episcopale italiana

Il cardinale Gualtiero Bassetti, dalle ore 12 di oggi, non è più l'arcivescovo di Perugia-Città della Pieve. Papa Francesco ha accettato le dimissioni per raggiunti limiti di età, presentate cinque anni fa, e da oggi il cardinale Bassetti è in "pensione".

Monsignor Gualtiero Bassetti ha convocato i collaboratori di curia per annunciare che papa Francesco ha accettato  la rinuncia al governo pastorale dell’archidiocesi metropolitana di Perugia-Città della Pieve. 

Il cardinale ha ringraziato i collaboratori ed ha annunciato che da questo momento la guida della diocesi passa al vescovo ausiliare e vicario generale monsignor Marco Salvi il quale entro otto giorni convocherà il Collegio dei consultori che dovrà eleggere l’amministratore diocesano.

Con l'accettazione delle dimissioni di Bassetti si apre anche il toto-nomine del futuro arcivescovo di Perugia e anche sulla nuova destinazione di monsignor Marco Savli, visto che canonicamente, il vescovo ausiliare è destinato a reggere una diocesi (che non può essere quella di cui è stato ausiliare). Basti ricordare monsignor Paolo Giulietti, già ausiliare e Perugia e adesso arcivescovo di Lucca.

Proprio il nome del vescovo-scout "don Paolo" ricorre tra i possibili alla guida della diocesi perugina, senza dimenticare monsignor Gualtiero Sigismondi, già vescovo di Foligno e ora a Orvieto-Todi. Chissà che papa Francesco, come fatto in altre occasioni non stupisca e vada a pescare un "jolly" tra i sacerdoti, secolari e religiosi, in giro per l'Italia.

Il cardinale Bassetti lascia Perugia, scatta il toto-vescovo: tra ipotesi e suggestioni, ecco i primi nomi e le defezioni

Il cardinale Gualtiero Bassetti rimarrà a vivere in diocesi, ha scelto Città della Pieve, come vescovo emerito.

I vescovi dell’Umbria si stringono con ammirazione e riconoscenza attorno al cardinale Gualtiero Bassetti nel giorno in cui lascia il servizio episcopale nella Chiesa di Perugia-Città della Pieve. Ricordano con gratitudine la ricca umanità e la sapienza ecclesiale con cui ha accompagnato in questi anni la Conferenza Episcopale umbra e il suo cammino, anche mentre ricopriva l’incarico prestigioso e particolarmente impegnativo di Presidente della CEI.

La sua generosa dedizione capace di tessere relazioni per favorire e rafforzare la comunione rimane per noi esempio “alto” di arte pastorale e preziosa eredità da raccogliere e custodire. Siamo certi di poter contare ancora sulla sua compagnia e sul suo consiglio, e gli auguriamo un tempo sereno e fecondo di frutti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cardinale Bassetti saluta la diocesi di Perugia-Città della Pieve, da oggi è ufficialmente "in pensione". I probabili successori
PerugiaToday è in caricamento