Domenica 12 maggio, Festa della mamma e, insieme, Grifonissima numero 39, nel solco della tradizione … con alcune significative novità

La partenza sarà aperta da una vettura elettrica, corsa aperta agli amici a 4 zampe, partecipail gruppo del progetto “Pink is Good” e corsa anticipata del minimetrò

Domenica 12 maggio, Festa della mamma e, insieme, Grifonissima numero 39, nel solco della tradizione… con alcune significative novità.

Due, come sempre, i percorsi in versione competitiva e “passeggiata”. Entrambi contenuti nella bomboniera del centro storico. Il percorso non competitivo si chiude al Parco Santa Giuliana, il competitivo allo Stadio di Santa Giuliana. Entrambi sul colpo d’occhio di una chiesa e di una struttura conventuale che è uno scrigno di tesori d’arte e religiosità.

Iscrizione gratuita per gli studenti e buoni acquisto per materiale didattico e sportivo a favore delle scuole che aderiscono con proprie rappresentanze. Come al solito.

LE NOVITÀ.

La partenza sarà aperta da una vettura elettrica, a conferma della vocazione ecologista della manifestazione.

Raddoppia il numero delle donne premiate.

È anche presente la Grifonissima “a 4 zampe”, per 3,5 chilometri. All’arrivo, ristoro per cani con ricco banchetto di crocchette, snack e ciotole d’acqua. Premiata la più simpatica coppia cane-padrone.

Partecipa, per la prima volta, il Gruppo del Progetto “Pink is Good” con donne colpite da tumori femminili (seno, utero, ovaio). Perché si vince partecipando e manifestando amore per la vita e per lo sport.

Anticipazione dell’orario minimetro a far capo dalle 8 (anziché il domenicale delle 9) per consentire di parcheggiare al Pian di Massiano e arrivare in centro anche con animali di piccola taglia.

In chiusura, desk con materiale informativo sul Rione di Porta Eburnea in cui è ricompreso il Parco di Santa Giuliana.

UNA T-SHIRT D’ECCEZIONE.

Quest’anno la grafica è opera del pittore Stefano Chiacchella, l’Andy Warhol perugino, autore di vasta notorietà, assai apprezzato per il taglio inconfondibile del suo stile, insieme sofisticato e decisamente pop. Una maglia da collezione (in foto, Stefano Chiacchella col sindaco Romizi, la consigliera Clara Pastorelli, la figurante “eburnea” Irene Angeletti).

UNA TRADIZIONE FORTEMENTE IDENTITARIA.

La Grifonissima si conferma come la più popolare e partecipata kermesse social-sportiva della Vetusta. Resta unica, infatti, la sua capacità di aggregare studenti, famiglie, scuole, istituzioni. Nella persuasa condivisione di ideali di amore per lo sport, per la vita sana, per il rispetto dell’ambiente e per la città.

Potrebbe interessarti

  • "Il paradiso delle signore", l'attore umbro Giordano Petri nella nuova stagione della fiction di Rai Uno

  • Laghi dell'Umbria, quelli balneabili e quelli dove godersi la natura

  • Sigaretta addio: come smettere di fumare e perché conviene farlo

  • Infarto, quando si presenta e come intervenire

I più letti della settimana

  • Concorsone del Mibac, 1052 assunzioni a tempo indeterminato: le materie d'esame, i requisiti e come fare domanda

  • Tragedia in vacanza, umbro muore in spiaggia a San Benedetto del Tronto

  • Il Ministero dei Beni Culturali assume, 1052 posti di lavoro: il bando del concorsone

  • Caos graduatorie, il ministero dell'Istruzione: "Problemi solo per la Primaria, per la Secondaria ruoli assegnati"

  • Perugia, tragedia lungo la strada: inutili i soccorsi, muore a 48 anni

  • Travolta da un'onda e sbattuta contro lo scoglio: Sofia muore a 22 anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento