rotate-mobile
Attualità

Cartabia in 'tour' a Perugia: dall'Università in dono una copia della Summa perusina

La ministra ricevuta alla Corte di Appello dal presidente D'Aprile e dal procuratore generale Sottani, poi in ateneo per la presentazione del progetto "Giovani per la Giustizia: l’occasione dell’ufficio del processo"

'Tour' perugino oggi (martedì 21 settembre) per Marta Cartabia, ministra della Giustizia ricevuta in mattinata alla Corte di Appello di Perugia dal presidente Mario Vincenzo D'Aprile e dal procuratore generale Sergio Sottani. Poi l'appuntamento all'Università di Perugia, dove ha presentato il progetto "Giovani per la Giustizia: l’occasione dell’ufficio del processo" che il Ministero ha ideato per favorire l'assunzione a tempo determinato di migliaia di giovani laureati in materie giuridiche da affiancare ai giudici durante la loro attività. 

A dare il benvenuto alla Guardasigilli nell'aula magna di Palazzo Murena è stato Maurizio Oliviero: "L'Ufficio del Processo - ha sottolineato il magnifico rettore -, è un' iniziativa che investe sui giovani, ovvero i soggetti sempre al centro delle azioni e attività dell'Università degli Studi di Perugia". Al saluto di Oliviero sono poi seguiti gli interventi di Mario Vincenzo D’Aprile (presidente della Corte d’Appello), Sergio Sottani (procuratore generale della Repubblica presso la Corte d’Appello), Stefano Tentori Montalto (presidente dell’Ordine degli avvocati di Perugia), del professor Andrea Sassi (direttore del Dipartimento di Giurisprudenza) e della dottoressa Caterina d’Alessandro, la quale ha presentato la sua testimonianza diretta in qualità di tirocinante presso la Corte d’Appello di Perugia.

VIDEO "Giovani per la Giustizia", la ministra Cartabia all'Università degli Studi di Perugia

La ministra Cartabia ha disegnato l’ampio quadro di contesto nel quale si è sviluppato il progetto “Giovani per la Giustizia”, evidenziando, fra l’altro, come questa iniziativa consentirà di creare un “ponte” fra le generazioni, riversando sul sistema giudiziario tutta la ricchezza dell’incontro fra l’esperienza di coloro che frequentano da anni le aule dei tribunali e la freschezza, oltre che l’entusiasmo, di chi ha appena concluso il suo percorso formativo universitario. Il progetto “Giovani per la Giustizia" è stato quindi illustrato in dettaglio dal professor Gian Luigi Gatta, consigliere della ministra per le libere professioni, il quale ha invitato tutti i potenziali candidati a visitare il sito web del Ministero della Giustizia per prendere visione del bando di concorso, la cui scadenza è prevista il 23 settembre alle ore 14.

A suggellare l’evento, il magnifico rettore e il presidente del Consiglio degli sudenti Gianluca Menichelli hanno fatto omaggio alla Guardasigilli di una copia della Summa perusina, il prezioso manoscritto conservato fin dall’antichità nella Biblioteca della Cattedrale di San Lorenzo, a Perugia, considerata un’opera fondamentale per la ricostruzione di una parte del “Corpus iuris civilis”, il codice dell’imperatore romano Giustiniano.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cartabia in 'tour' a Perugia: dall'Università in dono una copia della Summa perusina

PerugiaToday è in caricamento