Attualità

Giornata nazionale per la donazione degli organi: a Perugia la Torre degli Sciri illuminata di rosso

L'iniziativa del Comune per "sensibilizzare i cittadini su un tema cruciale"

Una luce rossa ha illuminato la Torre degli Sciri a Perugia in occasione della giornata nazionale per la donazione degli organi. Un'iniziativa, quella del Comune (nella serata di ieri è stata anche proiettata la scritto A.I.D.O. su Palazzo dei Priori), volta a sensibilizzare i cittadini su questo tema così importante.

"Ad oggi - spiega l'amministrazione perugina in una nota - sono quasi 9 milioni e mezzo le dichiarazioni di volontà registrate nel Sistema informativo trapianti, di cui 7 milioni di 'sì' e 2 milioni e mezzo di 'no'. Le opposizioni restano ancora molto alte e nei primi 3 mesi dell’anno, a fronte di 628mila nuove dichiarazioni raccolte dalle anagrafi comunali al momento del rinnovo della carta d’identità, i 'no' sono stati ben 200mila, il 33,2%. La donazione è una scelta naturale, che non costa nulla dato che avviene dopo la morte, e che può salvare la vita fino a sette persone bisognose di un trapianto e restituire a molte altre una migliore qualità di vita con la donazione dei tessuti".

Sul tema è interviene anche Edi Cicchi: "Non poteva mancare il supporto dell’amministrazione su un tema cruciale come quello della donazione di organi - afferma l'assessore comunale alle Politiche sociali -. A.I.D.O. fa parte sin dal principio della Rete del Sollievo, una Rete territoriale di Associazioni che operano nell’ottica del sollievo dal dolore fisico e psicologico, abbracciando totalmente anche il concetto di “dono” e promuovendone la cultura. “Inoltre il Comune di Perugia si impegna da tempo a sensibilizzare i cittadini riguardo alla donazione di organi e tessuti, aderendo ad iniziative per la Giornata del Dono e supportando eventi sul tema come “Doniamoci”. Da ultimo in questo senso abbiamo promosso, insieme all’Ufficio Regionale Trapianti, AIDO, ANED, Avis ed Avanti tutta il concorso scolastico “Mi voglio donare”. 

E ancora: “L’obiettivo era far assorbire ai ragazzi il concetto di 'dono' ma soprattutto renderli cittadini consapevoli riguardo alla possibilità di esprimere il proprio consenso informato alla donazione, consenso che ricordiamo - conclude Cicchi - può essere espresso anche presso gli uffici dell’anagrafe comunale al momento della richiesta/rinnovo della carta d’identità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata nazionale per la donazione degli organi: a Perugia la Torre degli Sciri illuminata di rosso

PerugiaToday è in caricamento