rotate-mobile
Attualità

Uno speciale giardino di comunità come luogo di attività e socialzzazione per il quartiere di Casaglia: è l'"Orto degli ulivi"

Inaugurato il 18 Dicembre, sarà un luogo si aggregazione e di attività pastorale della parrocchia, curato e gestito dai parrocchiani e dalle associazioni del quartiere alle porte di Perugia

Per promuovere la socialità e realizzare anche attività pastorali, la parrocchia di Santa Maria Assunta in Casaglia, alle porte di Perugia, ha inaugurato dimenica 18 dicembre un “giardino di comunità” la cui manutenzione sarà affidata ai parrocchiani e ai volontari delle associazioni del territorio. Lo annuncia il parroco don Nicola Allevi, facendo sapere che il giardino si chiamerà l’“Orto degli Ulivi”- L’inaugurazione è stata preceduta dal concerto di Natale “Se parlo le lingue degli Angeli” della Corale di Monteluce di Perugia, con la partecipazione del coro “Le Voci del Chiascio” di Valfabbrica, in ricordo dell’amico di questa comunità parrocchiale, Stefano Pannacci strappato alla vita, insieme al figlio Claudio, lo scorso agosto, in un tragico incidente.

«Il progetto dell’“Orto degli Ulivi” – spiega il parroco don Allevi – è a completamento dei lavori eseguiti nel complesso parrocchiale di Casaglia annesso, insieme al giardino, alla chiesa di Santa Maria Assunta. L’area verde è costituita da un bellissimo uliveto posto alla sommità della collina di Casaglia e costituisce un tutt’uno con la struttura della chiesa costruita in ampliamento negli anni ’80 del secolo scorso».

«Quest’area – precisa il sacerdote – era in stato di abbandono anche a seguito dell’inagibilità della canonica da cui vi si accedeva. Nell’ultimo anno sono stati eseguiti i lavori di rifacimento del tetto della chiesa ed è stato realizzato un nuovo percorso di ingresso al giardino. A seguire si è proseguito con la bonifica dell’area prevedendo anche l’installazione di un impianto di illuminazione».

L’“Orto degli Ulivi” è stato realizzato con il sostegno della Fondazione Perugia, «un’opere significativa – commenta don Nicola Allevi – con cui la nostra Chiesa particolare contribuisce alla salvaguardia ambientale e alla promozione-manutenzione del verde urbano e il nostro “giardino di comunità” è un esempio da imitare nella verde Umbria».

Intanto, nella suggestiva cornice dell’“Orto degli Ulivi”, i parrocchiani sono impegnati nell’allestimento del presepe vivente con scene recitate, visitabile dalla Notte di Natale, con percorso guidato a gruppi, ogni 30 minuti, nei pomeriggi del 26 dicembre e del 6 gennaio, dalle ore 17 alle 20. E’ il primo evento spirituale ed aggregativo ad essere ospitato nel “giardino di comunità”, un luogo che contribuirà non poco alla vitalità dei 1.400 abitanti di Casaglia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uno speciale giardino di comunità come luogo di attività e socialzzazione per il quartiere di Casaglia: è l'"Orto degli ulivi"

PerugiaToday è in caricamento