Imparare a fare la raccolta differenziata e a riciclare i rifiuti, 400 studenti in visita alla Gesenu

Allievi della scuola secondaria e superiore hanno partecipato alle attività didattiche di formazione sulla raccolta differenziata e hanno avuto la possibilità di visitare gli impianti dell’azienda

Imparare a differenziare e riciclare. Gesenu apre le porte dei suoi impianti ad oltre 400 alunni nel mese di febbraio. Allievi della scuola secondaria e superiore hanno partecipato alle attività didattiche di formazione sulla raccolta differenziata e hanno avuto la possibilità di visitare gli impianti dell’azienda.

"Un’originale esperienza  - scrive Gesenu in una nota - che va ad impreziosire il ventaglio dell’offerta formativa Gest Gesenu, in grado di coinvolgere migliaia di ragazzi sui temi della riduzione, riutilizzo, raccolta e riciclo dei rifiuti a scuola e a casa. L’obiettivo di tali attività è quello di motivare i più piccoli ad assumere comportamenti corretti nei riguardi delle risorse della terra, trasferendo le buone pratiche all’interno dei contesti familiari. Per tale ragione i ragazzi vengono accompagnati nella visita agli impianti e coinvolti in vere e proprie attività di verifica della raccolta differenziata, durante le quali si invita alla riflessione e all’attenzione anche a casa".

Gli alunni coinvolti, accompagnati nella visita dai tecnici stessi degli impianti, "vengono guidati all’interno dell’impianto Gesenu di Ponte Rio dove hanno la possibilità di vedere con i propri occhi dove finiscono i rifiuti gettati nelle proprie case e come prosegue il loro “viaggio” verso il riciclo. Tale azione vuole porre l’accento anche sulla volontà dell’azienda di aprire le porte e quindi di operare all’insegna della massima trasparenza".

Le attività didattiche proseguiranno anche nei prossimi mesi fino alla chiusura dell’anno scolastico: "La possibilità di visitare i nostri impianti è estesa a tutti i cittadini che sono interessati a tale attività. Per prenotarsi potete chiamare o scrivere un’e-mail. Le visite verranno organizzate al raggiungimento del numero minimo di 10 partecipanti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 3 dicembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento