rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Attualità

Gesenu e l’impegno nelle politiche per la parità di genere

L’azienda è tra le prime del settore in Umbria ad aver intrapreso un percorso interno alla propria organizzazione al fine di raggiungere una più equa parità di genere

Donne, lavoro e parità di genere. Questi i temi dell’iniziativa organizzata da Gesenu in questo giovedì 23 maggio. Il Centro Servizi “Galeazzo Alessi” ha ospitato l’evento “Politiche per la parità di genere” aperto da Caterina Grechi, la presidente Centro Pari Opportunità Regione Umbria, che ha lodato l’azienda per aver messo in evidenza l’importanza di affrontare il problema del gap di genere e per aver ottenuto la prestigiosa certificazione per le politiche aziendali che attesta il suo impegno nel favorire un ambiente di lavoro equo e inclusivo.

Grechi ha parlato della necessità di promuovere percorsi strategici all’interno delle aziende, per garantire l’uguaglianza e ha poi sottolineato che il raggiungimento degli obiettivi comuni richiede un lavoro di squadra. Per questo secondo Grechi è importante costruire una rete di collaborazione, in cui ogni individuo possa contribuire con le proprie competenze e responsabilità, lavorando insieme in modo integrato e armonioso: “Solo attraverso questa collaborazione sarà possibile realizzare un cambiamento significativo e duraturo nella società” ha concluso la presidente. 

In un’epoca in cui fortunatamente la parità di genere è sempre più al centro del dibattito pubblico, Gesenu, leader nel settore dei servizi ambientali, si distingue come pioniera nell’ambito delle politiche aziendali inclusive e ha deciso di intraprendere un percorso consapevole dove la parità di genere non può essere solo una questione di leggi, ma richiede un cambiamento profondo nella cultura aziendale. La parità dunque non si ottiene semplicemente dichiarandola, ma attraverso azioni concrete e misurabili.

Il nuovo Sistema di Gestione per la Parità di Genere implementato da Gesenu si basa su tre principi fondamentali, promuovere una gestione delle risorse umane che garantisca pari opportunità, comunicare in modo trasparente l’impegno verso la parità di genere e creare un ambiente di lavoro inclusivo e aperto all’ascolto.

All’evento hanno partecipato anche Rosita Garzi, consigliera di Parità Regionale, e Michela Sciurpa, amministratore di Sviluppumbria. Presenti anche Luciano Piacenti consigliere delegato Gesenu, Delia Adriani consigliere di amministrazione, Chiara Consalvi responsabile Area Affari Generali, Elisa Terrosi responsabile Audit & Compliance Ambientale, Letizia D’Ingecco responsabile Sistema QASE, Annalisa Maccarelli responsabile Ufficio Tari e Federico Sisti segretario senerale Camera di Commercio dell’Umbria.

Sciurpa durante il convegno ha evidenziato l’importanza di questo tema per il benessere della regione e ha sottolineato come Sviluppumbria sia diventata un punto di riferimento per il territorio con un organico composto al 64% da donne. Ha annunciato inoltre l’avvio dell’iter per ottenere la Certificazione di parità di genere, un impegno che sostiene dal 2020, quando è diventata la prima donna a guidare l’ente.
“La valorizzazione del personale femminile è diretta conseguenza della mia natura e in totale accordo con gli sforzi perseguiti in questo senso nei settori pubblici e privati” ha concluso Sciurpa.
Insomma attraverso un approccio incentrato sulla collaborazione e l’empowerment, Gesenu guida il cammino verso una società più inclusiva e giusta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gesenu e l’impegno nelle politiche per la parità di genere

PerugiaToday è in caricamento