menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pillon assolto, la soddisfazione dei colleghi umbri della Lega: "Riconosciuta la libertà di parola"

I deputati Alessandrini, Caparvi e Marchetti: "Difendere l'educazione degli studenti adolescenti da argomenti che non dovrebbero entrare nelle scuole, ma rimanere nell’ambito familiare"

Sull’assoluzione del senatore Pillon dall’accusa di aver diffamato l’Arcigay di Perugia, arriva la soddisfazione dei parlamentari umbri della Lega Caparvi, Marchetti e Alessandrini esprimono soddisfazione.

“Accogliamo con soddisfazione l'assoluzione totale del collega senatore Simone Pillon, ‘perché il fatto non costituisce reato’, dalle accuse infondate e strumentali che gli erano state rivolte dagli esponenti delle associazioni LGBT Omphalos Perugia” scrivono l’onorevole Virginio Caparvi segretario Lega Umbria, l’onorevole Riccardo Augusto Marchetti e il senatore Valeria Alessandrini.

I tre esponenti leghisti ribadiscono “la necessità di difendere l'educazione degli studenti adolescenti da argomenti che non dovrebbero entrare nelle scuole, ma rimanere nell’ambito familiare o comunque prevedere come minimo il parere dei genitori”.

Da un lato il rispetto delle idee di tutti, “ma allo stesso tempo chiediamo vengano rispettate anche le nostre opinioni e soprattutto venga riconosciuta la libertà di parola e di critica riguardo a tematiche così importanti e delicate afferenti all’educazione sessuale dei più giovani – conclude la nota - La sentenza di assoluzione totale della Corte di appello di Perugia, che ha ribaltato la sentenza di primo grado, fa giustizia di anni di calunnie rivolte al senatore Simone Pillon al quale esprimiamo la nostra vicinanza per la battaglia vinta”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento