Funghi e umidità nelle casette dei terremotati, scattano i sopralluoghi

La Regione Umbria: "Registrati una decina di case, ma non possiamo escludere che ci saranno altri casi"

foto da Facebook (Terremoto Centro Italia)

Prima la denuncia su Facebook, dalla pagina Terremoto Centro Italia, e ora i sopralluoghi. Nelle casette dei terremotati dell'Umbria saltano fuori i funghi e l'umidità semina danni. E la Regione Umbria interviene. Spiega il direttore generale, Alfio Moretti: “Oggi abbiamo compiuto i doverosi sopralluoghi nelle Sae, le soluzioni abitative di emergenza, per le quali ci sono state segnalate difficoltà dovute soprattutto alla creazione di umidità e di muffe. Fino a questo momento abbiamo registrato una decine di casi su circa 760 Sae insediate in Umbria che andranno velocemente sistemati a Norcia capoluogo, Savelli e Cascia”. 



Il problema, per i terremotati, c'è: “Ci sembra evidente che in queste Sae, e non possiamo escludere che problemi del genere possano manifestarsi anche in altri casi, sia l’umidità ed il clima a generare i danni che ci sono stati segnalati – sottolinea Moretti -. Abbiamo immediatamente trasmesso al Dipartimento nazionale della Protezione Civile l’esito dei sopralluoghi ed ora lo stesso Dipartimento, attraverso le Imprese che hanno realizzato le Sae, provvederà a sanare le varie situazioni e quelle che eventualmente dovessero ancora manifestarsi con l’arrivo della stagione invernale”. Si vedrà. Intanto, per i terremotati dell'Umbria, arriva un altro inverno.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 3 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • La Liguria ritorna in zona gialla mentre l'Umbria resta arancione: eppure i dati parlano chiaro, situazione migliore da noi...

Torna su
PerugiaToday è in caricamento