rotate-mobile
Attualità

Allarme freddo a Perugia, dal Comune pasti caldi e un ricovero per i senzatetto

Un'ordinanza del sindaco Romizi ha prorogato fino al 28 febbraio l'accoglienza presso la struttura di via Romana

L'abbassamento delle temperature sotto lo zero registrato negli ultimi giorni, soprattutto di notte e al primo mattino, rischia di diventare un problema serio soprattutto per le persone senza fissa dimora. E con le previsioni meteo che indicano il perdurare di queste condizioni, il Comune di Perugia ha deciso con un'ordinanza emanata dal sindaco Andrea Romizi di prorogare “fino al 28 febbraio 2020 e, comunque, fino al cessare dell’emergenza” l'apertura della struttura in via Romana “destinata all’accoglienza delle persone senza fissa dimora in cerca di un ricovero”.

Il freddo è arrivato! Temperature giù, gelo, vento forte e neve...

Una struttura che, spiega ancora una nota del Comune, “dovrà essere riscaldata, dotata di tavoli, sedie, brandine e rimarrà aperta dalle ore 20 della sera fino alle ore 10 del mattino. Nell’eventualità che sopraggiungano precipitazioni a carattere nevoso, la struttura rimarrà aperta 24 ore su 24”. Un rifugio prezioso per le persone che ne avranno bisogno e alle quali, sempre secondo quanto stabilito dall'ordinanza del sindaco, verranno “somministrati pasti caldi e primi generi di conforto”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme freddo a Perugia, dal Comune pasti caldi e un ricovero per i senzatetto

PerugiaToday è in caricamento