Inviato Cittadino - Nelle fontane cittadine si trova un po' di tutto: dai piccioni morti alle monetine

Il Comune di Perugia dispone di fontanieri attivi e competenti i quali, a ruota, ripuliscono ciò che altri si divertono a sporcare

Quelle fontane di piazza Italia – ma più in generale le fontane cittadine – hanno continuo bisogno di pulizia perché ci si trova un po’ di tutto. E meno male che il Comune dispone di fontanieri attivi e competenti i quali, a ruota, ripuliscono ciò che altri si divertono a sporcare. Li vediamo in via delle Volte, alla Fontana di Angelini, così come alla Fonte Tezia, appoggiata al torrione di sinistra della Porta Pulchra. Altra tappa obbligata è la Fontana Maggiore.

Ma anche le due vasche di piazza Italia (ora con pesci rossi) hanno bisogno di operazioni frequenti e accurate. Il fatto è che in piazza Italia sostano i ragazzi delle gite di (d)istruzione che lasciano sul campo, ossia sulle aiuole e nelle vasche, un cimitero di incarti, cicche, brick di succhi di frutta. Insomma: di tutto un po’.

La Fontana Maggiore è il fiore all’occhiello della storia, dell’arte, dell’identità perugina. Ed ecco che il lavoro dei fontanieri è richiesto con maggiore frequenza e delicatezza. Anche in quelle due vasche si trova robaccia, fra cui guano e piume di piccioni che vanno rimosse, altrimenti otturano i filtri e mandano in blocco le pompe. Non di rado, perfino nella coppa bronzea di Rosso Padellaro, si sono trovate carogne di piccione.

Si dice che possa trattarsi di esemplari vecchi e malati. Ma non è necessariamente così. “In qualche caso – spiega un addetto – sono volatili che si appoggiano all’acqua per bere. Ma, così facendo, si bagnano le ali che si appesantiscono, impedendo loro di riprendere il volo”. “Più di una volta – aggiunge – ho tirato su il piccione, l’ho messo al sole e poco dopo, asciugatesi le ali, l’animale ha ripreso a volare”.

Piccioni a parte, qualche volta nelle vasche si trovano delle monetine. In piazza Italia l’Inviato Cittadino ha verificato che giacevano nel fondo pochi spiccioli. Non siamo al livello della Fontana di Trevi, ma si tratta di qualche decina di euro all’anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La famiglia denuncia la scomparsa, i Vigili del fuoco cercano un giovane tra Collestrada e Ponte San Giovanni

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • Incubo finito, ritrovato a notte fonda il minore scomparso

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Maltempo, la Protezione Civile: chiuse strade e allarme per fiumi. "Ecco quando e dove si verificherà il picco della piena del Tevere"

  • Lo riconosce e lo accompagna dai carabinieri, ritrovato il giornalista Giovanni Camirri

Torna su
PerugiaToday è in caricamento