La Fontana Maggiore si colorerà di viola: una notte per la ricerca per salvare i bimbi prematuri

La Fontana Maggiore di Piazza IV novembre si colorerà di viola in occasione della Giornata Mondiale della Prematurità. Le luci saranno accese il sabato sera. Si tratta di Un appuntamento annuale e di portata internazionale che muove numerose iniziative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema delle nascite premature che nel mondo interessano 1 bambino su 10 nati mentre, soltanto in Italia, i numeri parlano di 32.000 nati pre-termine ogni anno.

L’illuminazione viola dei monumenti cittadini più caratteristici, edifici e luoghi storici, è promossa dalla Società Italiana di Neonatologia (SIN), società scientifica che si occupa della cura del neonato, della ricerca e della formazione degli specialisti, e da Vivere Onlus - Coordinamento Nazionale delle associazioni per la Neonatologia, la cui mission è quella di favorire l’umanizzazione delle cure e creare una rete di assistenza attorno alle famiglie interessate da una probabile nascita prematura.

L’obiettivo è dunque quello di riflettere e far riflettere sulle difficoltà che coinvolgono piccoli e genitori sia sul piano dell’assistenza medica sia sotto il profilo psicologico, spingendo anche la ricerca scientifica a far sempre più passi in avanti sul fronte dell’abbassamento del tasso di mortalità, del recupero rapido con riduzione delle possibili complicazioni per la salute del bambino e sulla conoscenza dei fattori di rischio di parto prematuro.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 18 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento