rotate-mobile
Attualità

Ferrovie dello Stato sceglie la Protezione civile dell'Umbria per testare il protocollo di interventi in emergenza

Il protocollo operativo prevede l’attivazione, il coordinamento e la formazione del volontariato di protezione civile locale per il sostegno al viaggiatore

Ferrovie dello Stato ha scelto l'Umbria per testare la collaborazione operativa tra Protezione Civile e Gruppo FS, in caso di emergenza o criticità in area ferroviaria.

L'accordo è stato comunicato dall’assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Protezione Civile, Enrico Melasecche, evidenziando che "tra Gruppo FS e Protezione Civile dell’Umbria verrà sperimentato un prototipo di procedura operativa che verrà poi riapplicato anche nelle altre Regioni".

Il protocollo operativo prevede l’attivazione, il coordinamento e la formazione del volontariato di protezione civile locale che grazie alla diffusione capillare sul territorio potrà garantire un supporto su tutte le tratte ferroviarie, anche mettendo a disposizione le proprie sedi per lo stoccaggio di materiali utili al sostegno di eventuali passeggeri in difficoltà.

Il concorso della Protezione civile in ambito ferroviario sarà svolto in sinergia con tutte le altre strutture demandate al soccorso al fine di assistere il viaggiatore, in caso di criticità, con treno fermo in linea, per cause ferroviarie, per guasti tecnici, per calamità naturali, per condizioni meteo avverse, per blackout, per incendi o per eventi antropici.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferrovie dello Stato sceglie la Protezione civile dell'Umbria per testare il protocollo di interventi in emergenza

PerugiaToday è in caricamento