rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Attualità

Ferro di Cavallo. Quella via non esiste e chi l’ha ribattezzata sbaglia di grosso. Un nome comune scambiato per un cognome

Ferro di Cavallo. Quella via non esiste e chi l’ha ribattezzata sbaglia di grosso. Un nome generico scambiato per un cognome. Toponomastica mia, tra fantasia e creatività, non ti riconosco più!

Sono debitore della segnalazione al dottor Attilio Losito, figlio della dottoressa Vincenza Baldasserini Losito, una vera istituzione perugina.

L’antefatto. Dopo la tragica morte del figlio Eugenio (all’anagrafe “Augusto”, ma così chiamato in onore della madre Eugenia, morta di parto) il sòr Mario Spagnoli si adoperò per mantenere il nome e la memoria di questo figlio atrocemente perduto.

La nascita dello Zibaldone. Era nato nell’anno scolastico 1952/53 come giornalino della classe IV Ginnasiale sezione A, da un’idea di Eugenio Spagnoli e Giovanni Tarantini. Dopo la tragica morte di Eugenio (avvenuta  a pochi mesi dall’inizio della scuola), con l’aiuto della famiglia Spagnoli, i compagni hanno mantenuto viva la sua memoria, redigendo il giornalino che, da ciclostilato di classe, diventò d’istituto e a stampa. E le spese erano sostenute dagli Spagnoli.

La Città della Domenica, o Spagnolia. Si dice anche che, in memoria di Eugenio, il padre avesse concepito la realizzazione della Città che tuttora è viva e vitale.

La realizzazione dell’Oliveto. Pare che il primo passo del padre affranto fosse la piantumazione, su Monte Pulito, di un grande uliveto, intestato al figlio. Fu chiamato OLIVETO EUGENIO.

Il simbolo dell’Olivo. Oltre ai valori di pace, francescanesimo, umbritudine, l’olivo rappresenta la tenacia, il vigore, la povertà di chi si accontenta di terreni aridi e collinari. Insomma: una metafora di durevolezza. In pratica, in questo caso: la volontà di eternare il nome e la memoria di una persona amata.

Il rovesciamento non è ammesso. Ora, in occasione del rifacimento della targa odonomastica, quella strada è divenuta “Eugenio Oliveto”, come se si trattasse di nome e cognome.

Occorre immediatamente restituire il nome esatto. Altrimenti il Comune, e i suoi funzionari, rimediano una figura che l’Inviato Cittadino si astiene dal definire.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferro di Cavallo. Quella via non esiste e chi l’ha ribattezzata sbaglia di grosso. Un nome comune scambiato per un cognome

PerugiaToday è in caricamento