Attualità

Covid, cluster ospedalieri e personale positivo. La direzione: con la vaccinazione cambio di marcia

Tra gennaio e febbraio la situazione del Santa Maria della Misericordia era diventata critica, poi il graduale miglioramento

I cluster ospedalieri, per alcune settimane, avevano messo in seria difficoltà il Santa Maria della Misericordia. Una diffusione rapida nelle corsie che aveva reso necessaria la chiusura di alcuni reparti. Un'evoluzione drammatica complici anche le varianti. L'inglese in particolare nella popolazione, e quella brasiliana diffusasi proprio all'interno dell'ospedale. 

Tra gennaio e febbraio, come ha ricordato il direttore generale Marcello Giannico presentando l'organizzazione dell'ospedale da campo, tra infermieri, medici e operatori sanitari, i contagiati sono arrivati ad essere 135. "Attualmente ancora fuori servizio ci sono 15 operatori sanitari e uno specializzando, la situazione sta gradualmente tornando alla normalità": Superata la situazione critica, guardando le cifre, anche per l'organizzazione del personale da poter impiegare. Frutto, è stato sottolineato, dalla campagna vaccinale che ha interessato medici, infermieri e oss, quindi gli amministrativi e "adesso la stiamo estendendo agli addetti delle ditte esterne, con l'intento, evidentemente, di ridurre al minimo il rischio di contagio interno". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, cluster ospedalieri e personale positivo. La direzione: con la vaccinazione cambio di marcia

PerugiaToday è in caricamento