Attualità

Elce saluta il parroco di San Donato: don Luca Bartoccini nominato sacrista della cattedrale

Toccante cerimonia a Elce. Dice Bassetti: “Ho celebrato con commozione col calice di San Donato che mi ha fatto tornare in mente il periodo aretino”

Toccante cerimonia, quella del congedo del parroco di San Donato, don Luca Bartoccini, che lascia l’Elce, perché nominato sacrista della cattedrale. Prima una festa di saluto, dopo la messa delle 18 il sabato, poi quella col cardinale, domenica alle 11. Dice Bassetti: “Ho celebrato con commozione col calice di San Donato che mi ha fatto tornare in mente il periodo aretino”.

Poi ricorda quando ebbe il compito di annunziare a Rina, madre novantenne di un suo amico vescovo, il trasferimento in quel di Grosseto. “Rina mi disse: ‘Lei, stamattina, non mi piace tanto’, presagendo la comunicazione dello spostamento indesiderato del figlio. Altrettanto potreste dirmi voi stamane. Anche se – ho guardato il contachilometri – da qui alla cattedrale sono solo 1200 metri!”.

Poi la spiegazione che il termine “sacrista” non è sagrestano, che si tratta di una promozione e non di una penalizzazione. Ma questo gli elcini lo avevano capito. Sabato prossimo prenderanno possesso i due nuovi parroci, ma sulla questione avremo modo di tornare.

Intanto la signora Petra, una donna croata, madre di ben 8 figli, saluta don Luca. E il cardinale risponde che la foto di una anno fa, con genitori e pargoli, la tiene nel suo studio, come rassicurante prototipo di famiglia cristiana esemplare. “Perché, conclude, anche la parrocchia è una famiglia”.

Poi si scende nel cortile per l’inaugurazione e benedizione delle sculture che rappresentano i santi coniugi Luigi e Zelia Martin, genitori di Santa Teresa di Gesù Bambino: sotto la loro protezione è stata posta la parrocchia, che era afflitta da molti problemi, ora risolti. Complimenti allo scultore Massimo Arzilli che quell’opera imponente ha realizzato. Un saluto, una benedizione a un nascituro ancora in pancia. Poi un’agape fraterna per far festa a don Luca che se ne va, ma che col cuore (e, per un po’, anche in canonica) resta all’Elce.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elce saluta il parroco di San Donato: don Luca Bartoccini nominato sacrista della cattedrale

PerugiaToday è in caricamento