menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dossier Perugia candidata a capitale verde europea 2022. Mobilità alternativa e tutela del suolo

Uno dei parametri valutati per azioni fatte e programmate è la mobilità urbana sostenibile. Ecco il dossier di Perugia su questo indicatore

Perugia si è ufficialmente candidata al Premio di Perugia capitale verde europea per il 2022. Uno dei parametri valutati per azioni fatte e programmate è la mobilità urbana sostenibile. Ecco il dossier di Perugia su questo indicatore. 

MOBILITÀ URBANA SOSTENIBILE

Situazione Comune di Perugia
Il Comune di Perugia è dotato di una complessa rete strade formata da 600 km di strade pubbliche e 526 km di strade private ad uso pubblico. Il sistema di trasporto pubblico conta su 36 linee che coprono circa 5.400.000 km con una media annua di passeggeri di circa 10.500.000 (dato 2018) Perugia è dotata di sistemi di trasporto pubblico innovativi ed alternativi quali: il Minimetrò con 7 stazioni e 25 navette, con una media annua di passeggeri di circa 2.900.000 (dato 2018), le scale mobili con 5 impianti con una media annua di passeggeri di circa 6.500.000 (dato 2018), le Piste ciclo pedonali con 14,4 km di percorrenza e 16,2 km già approvati e fionanziati in corso di relaizzaizone, il servizio taxi con 36 autovetture, il sistema Bike sharing con 7 stazioni e 30 bibciclette a pedalata assistita il sistema E-Bike 0 con 60 biciclette a pedalata assistita a servizio degli studenti universitari.  La rete dei sensori installata nel territorio comunale fornisce informazioni puntuali e costanti sul traffico tramite la piattaforma di infomobilità MISTIC.

Negli anni il Comune ha sviluppato diverse politiche di miglioramento del traffico con azioni specifiche riguardanti la realizzazione del sistema dei parcheggi a corona del centro storico, la definizione della zona ZTL, la conversione a metano di una parte del parco macchine comunale, l’uso dei mezzi a metano per la rete del trasporto pubblico, l’adozione del Manifesto per la mobilità elettrica e sostenibile con azioni di supporto all’utilizzo delle auto elettriche, l’installazione di colonnine pubbliche per la ricarica delle auto elettriche, il progetto POSTALZEV per l’utilizzo di veicoli elettrici per la distribuzione della posta nell’area urbana, le linee di Piedibus

Programmi futuri Comune di Perugia
Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile – promozione di un sistema di mobilità in grado di garantire i bisogni di spostamento dei cittadini nelle diverse condizioni sociali, fisiche e biologiche, ridurre l'inquinamento, le emissioni di gas serra e il consumo di energia aumentando contemporaneamente l'efficienza e l'economicità del trasporto di persone e merci, nonché l'attrattività e la qualità della vita e dell'ambiente urbano.

Azioni specifiche riguardano l’attivazione di linee portanti ad alta frequenza (Bus Rapid Transit), la creazione di servizi navetta elettrici passanti per il centro storico, interscambio tra servizi e modalità di trasporto diversi, diffusione della mobilità attiva pedonale e ciclistica con realizzazione di ulteriori 27 Km di nuovi percorsi e previsione di percorsi promiscui in aree a circolazione calmierata ZTL e Zone30, promozione della mobilità pedonale e delle iniziative di Piedibus. E’ inoltre prevista l’installazione di ulteriori n. 100 colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici.

USO SOSTENIBILE DEL SUOLO

Risultati attuali Comune di Perugia

Il patrimonio verde di proprietà del Comune di Perugia ammonta a mq. 9.753.048 cui si aggiunge il verde di proprietà di altri Enti per mq. 1.399.649 con un totale complessivo di verde pubblico pari a mq. 11.152.697 cui corrisponde una disponibilità di verde pubblico pari a mq/abitante 66,63 che, rispetto al valore medio nazionale di mq/abitante 31,7, conferma l’elevata dotazione di verde pubblico della città di Perugia (dati ISTAT 2018). Interessando tutti i contesti della “città diffusa”, la stessa infrastruttura assicura benefici in termini di aggregazione e coesione sociale, anche grazie all’attivazione dei progetti “Adotta il verde” e
“Futuro nel verde” volti a promuovere l’adozione delle aree verdi da parte delle Associazioni del territorio, coinvolgendo la cittadinanza nella gestione del verde, stimolando il senso di appartenenza dei cittadini al territorio e creando percorsi partecipativi e formativi. Tali progetti hanno portato al coinvolgimento di n. 183 Associazioni a cui sono state affidate n. 87 aree verdi.

Coerentemente con gli obiettivi europei e regionali, il nuovo PRG ha individuato specifiche azioni per limitare l’impermeabilizzazione del suolo, attraverso l’analisi degli usi potenziali ed in relazione alla natura litologica, alla copertura vegetale ed all’uso del suolo. Al fine di ridurre il processo di impermeabilizzazione dei suoli, il Regolamento Edilizio di Perugia ha fissato il limite del 50% per le pavimentazioni impermeabili delle aree scoperte di pertinenza degli edifici. Nel 2018 con una specifica variante al PRG sono state imposte forti limitazioni all’incremento del consumo di suolo rispetto a quello previsto dallo stesso PRG, ammettendo la previsione di nuove aree edificabili solo previa cancellazione di previsioni edificatorie di pari entità già previste dallo strumento di pianificazione. Non avendo avuto un apparato produttivo industriale particolarmente consistente, Perugia non presenta grandi aree dismesse o sottoutilizzate. Nel territorio comunale sono stati identificati 17 siti dismessi, per una superficie complessiva di mq. 379.727; di questi 8 sono stati già recuperati per una superficie di mq. 243.520, pari al 64,13%.

Nel territorio comunale sono presenti due aree destinate ad Orti Urbani (Parco di Montegrillo e San Matteo degli Armeni) gestite, in forma condivisa, dalle Associazioni dei due quartieri. Nell’ambito urbano sono presenti anche due aree dedicate ad “Orti per pensionati”, che ospitano 340 piccoli appezzamenti ad orto, dati in concessione gratuita ai pensionati residenti nel comune.

Al fine di ampliare le possibilità di fruizione del verde urbano, il Comune di Perugia si è sempre impegnato nel diversificare le aree verdi assegnando funzioni specifiche coerenti con le vocazioni naturali delle aree e dei contesti in cui le stesse risultavano inserite ed in grado di soddisfare le esigenze delle comunità di riferimento. Un esempio recente di tale impegno è stata la riqualificazione di alcune zone del parco comunale di Lacugnano con realizzazione di due aree verdi terapeutiche dedicate ai bisogni dell’infanzia e dotate di giochi sensoriali e cognitivi

Nel 2016 il Comune di Perugia ha elaborato il “Censimento informatizzato del verde urbano” predisposto mediante mappatura georeferenziata degli spazi verdi pubblici e comprensivo di informazioni puntuali sul patrimonio vegetazionale e le dotazioni infrastrutturali. Tutti i dati censiti sono stati inseriti nel SIT - Sistema Informativo Territoriale del Comune di Perugia in modo da poter essere consultabili da parte dei cittadini. Nello stesso periodo il Comune ha realizzato il “Censimento degli esemplari arborei” presenti nelle aree verdi urbane, nei filari stradali, nei parchi e giardini. Il “Bilancio Arboreo 2014-2018” pubblicato dal Comune di Perugia nel rispetto della normativa nazionale, attesta che il patrimonio arboreo comunale alla data del 31.12.2018 risulta costituito da n. 48.162 esemplari arborei.
Contemporaneamente, è stato elaborato il “Censimento degli alberi monumentali della città” che ha consentito di individuare n. 103 esemplari arborei aventi i caratteri di monumentalità definiti dalla normativa di settore. L’analisi dell’andamento temporale dell’uso del suolo riferito agli anni 1938, 1985, 2008, 2018 evidenzia l’affermarsi nell’ultimo decennio di alcuni processi ambientali di particolare interesse confermando il basso livello di edificazione del territorio e la predominanza degli spazi aperti. Programmi futuri Comune di Perugia

In linea con quanto previsto dalla “Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile”, Perugia è impegnata a rafforzare la propria infrastruttura verde/blu, sostenendo la diversificazione e lo sviluppo delle aree urbane in attuazione delle previsioni del nuovo PRG ed in funzione dell’affermazione di una diffusa cultura della “resilienza urbana”. Considerata l’elevata consistenza del patrimonio verde comunale, Perugia è impegnata soprattutto in interventi di miglioramento e valorizzazione delle aree verdi mediante l’attuazione di una strategia generale di progetti integrati operanti sui diversi spazi aperti urbani, che concorrerà al potenziamento delle funzioni ecologiche dell’infrastruttura verde comunale in relazione con la RERU e con l’elevato patrimonio naturalistico-ambientale presente.

Nei prossimi anni il Comune di Perugia sarà impegnato nella realizzazione del progetto “Sicurezza e sviluppo per Fontivegge e Bellocchio” ammesso ai finanziamenti del Bando pubblico nazionale emanato nel giugno 2016 e finalizzato alla selezione di progetti per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie. Il progetto consistente in un intervento di sviluppo e rigenerazione di una vasta area urbana comprendente i quartieri di Fontivegge e del Bellocchio che, da diversi anni, presentano situazioni di marginalità economica e sociale, degrado edilizio e carenza di servizi, si prefigge diversi obiettivi: Tra gli interventi previsti alcuni presentano un particolare valore ambientale: Riqualificazione spazio verde di Piazza del Bacio con creazione di uno Skate Park dotato di una
pista realizzata su un sistema di dune in terra rinforzata e di aree di sosta integrate nella struttura delle dune; Riqualificazione Parco della Pescaia con realizzazione di un nuovo dog park, di nuove aree gioco e di sosta ed esecuzione di interventi di miglioramento del patrimonio arboreo; Riqualificazione Parco Vittime delle Foibe con riaffermazione dello sviluppo lineare del parco e valorizzazione degli spazi destinati agli utenti; Riqualificazione Area Sportiva via Diaz con rifacimento dei campi dedicati alle attività sportive, ripristino dell’illuminazione pubblica mediante utilizzo di tecnologia a led e rinnovo delle attrezzature. 

Recupero acque meteoriche con captazione delle acque provenienti dalla bonifica idrologica dell’area di Fontivegge ed attualmente smaltite in fognatura con realizzazione di una vasta di accumulo ed utilizzo delle acque raccolte per l’irrigazione delle aree del Parco della Pescaia. I costi relativi alla realizzazione dei suddetti interventi di riqualificazione ambientale dell’area di Fontivegge ammontano ad € 2.535.938 interamente finanziati dai fondi statali. Verranno inoltre proseguite le azioni previste dal progetto “Futurio nel verde” .

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento