rotate-mobile
Attualità

Dopo Whatsapp Instagram: non c'è pace per gli utenti dei social e per le piattaforme digitali

Profili bloccati, difficoltà nel condividere contenuti e "fuga" di follower. Molte segnalazioni anche in Umbria

Sei giorni da incubo per Meta. Il 25 ottobre il down di Whatsapp aveva creato problemi in tutto il mondo, con milioni di utenti temporaneamente "isolati" e obbligati, per così dire, a rispolverare i quasi dimenticati sms o fare chiamate vocali, se non trovando altre vie tecnologiche. 

Oggi, 31 ottobre, è Instagram ha gettare nello sconforto gli utenti e, di conseguenza, l'azienda leader delle piattaforme digitali. Da qualche ore, infatti, milioni di profili, tante le segnalazioni anche in Umbria, si trovano a fare i conti con due tipi prinicipali di problemi. Quello di non riuscire ad accedere al proprio profilo, ricevendo la comunicazione che il profilo stesso è bloccato. Oppure non riuscendo a condividere contenuti, mentre il numero di follower cade a picco.

Secondo il sito DownDetector, che tiene traccia dei disservizi online, i problemi sono iniziati intorno alle 14 circa ora italiana e stanno interessando la piattaforma a livello globale.

Il motivo dell'interruzione non è chiaro. "Sappiamo che alcuni di voi stanno riscontrando problemi nell'accesso al proprio account Instagram. Stiamo lavorando al problema, ci scusiamo per l'inconveniente", comunica l'azienda tramite un portavoce.

Ad alcuni utenti che tentano di accedere al social network compare una schermata che avvisa che il loro account è stato sospeso, senza che vengano date motivazioni. Altri, inoltre, stanno registrando problemi nel caricare contenuti e nello scorrere foto e video delle persone seguite.

Come di consueto avviene in circostanze del genere, il tam tam si muove su un altro social, ovvero Twitter, con l'hashtag #Instagramdown. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo Whatsapp Instagram: non c'è pace per gli utenti dei social e per le piattaforme digitali

PerugiaToday è in caricamento