menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Umbria Coast to Coast-Popy on the road’, 700km in bici per dare voce ai bambini disabili

Il plauso di Squarta, presidente dell'Assemblea legislativa regionale che patrocina l'evento: "A ogni Municipalità toccata nel tragitto verranno presentate proposte mirate e concrete volte a migliorare la qualità della vita di tante persone"

A 24 ore dal via c'è la benedizione dell'Assemblea legislativa regionale per ‘Umbria Coast to Coast-Popy on the road’ viaggio in e-bike di nove giorni, con un percorso di 700 chilometri che prenderà il via domani (sabato 1 maggio) per testimoniare le difficoltà che giornalmente affrontano una persona disabile e la sua famiglia, con l’obiettivo di sensibilizzare la comunità regionale attraverso una pedalata nelle bellezze del nostro territorio.

“Un’iniziativa alla quale abbiamo dato fin da subito il patrocinio - ha detto il presidente Marco Squarta nella conferenza di presentazione stamattina a Palazzo Cesaroni -. Oggi sono onorato di salutare gli organizzatori, ringraziandoli ufficialmente per la loro idea”. Dopo aver ricordato alcune sue proposte anche di carattere legislativo sul tema della disabilità, Squarta ha evidenziato come, a causa della pandemia, le famiglie che vivono la disabilità subiscono una sofferenza maggiore. “Oltre ad essere un evento simbolico e mediatico - ha detto il presidente - ha in sé una finalità importante poiché ad ogni Municipalità toccata nel tragitto verranno presentate proposte mirate e concrete volte, se poi messe in pratica, al miglioramento della qualità della vita di tante persone, ma anche di una diversa concezione della disabilità”.

L’organizzatore principale dell’iniziativa è Giorgio Massoli e Popy (Caterina) è sua figlia, una bimba di quasi otto anni nata con una rarissima mutazione genetica e che, nel tragitto che toccherà le bellezze paesaggistiche e storiche del territorio umbro, sarà la portavoce di tutti i bambini disabili. “L’auspicio e la speranza - ha detto Massoli - è di riuscire nella sensibilizzazione degli umbri rispetto alle difficoltà quotidiane dei portatori di handicap”. Alle istituzioni, nello specifico ai Comuni che verranno toccati, Massoli chiederà oltre ad “una maggiore consapevolezza di situazioni difficili che toccano molte famiglie”, anche l’introduzione di un Registro dei progetti esistenziali di vita che possa raccogliere desideri, aspirazioni e volontà delle persone con disabilità.

Il progetto ‘Umbria Coast to Coast-Popy on the road’” di Giorgio Massoli è stato da subito condiviso da altri suoi amici tra i quali Federico Tabarrini, Lorenzo Patoia e Massimiliano Migliarelli. Saranno oltre 700 i chilometri da percorrere tra il primo ed il 9 maggio. Si partirà dunque domani dall’Oasi di Alviano per arrivare, nel decimo giorno, a Castelluccio di Norcia

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento