Attualità

Perugia, la denuncia della Cgil: "L'uso di esplosivi nella cava di Monte Petroso mette a rischio la Villa del Cardinale"

Il sindacato: "L'impiego di esplosivi nella cava di Monte Petroso mette ulteriormente a rischio non solo la vicina Villa del Cardinale, ma anche tutto il territorio circostante e il suo sviluppo"

"L'impiego di esplosivi nella cava di Monte Petroso mette ulteriormente a rischio non solo la vicina Villa del Cardinale, ma anche tutto il territorio circostante e il suo sviluppo. Riteniamo pertanto che il Comune di Perugia debba intervenire con azioni risolutive per la messa in sicurezza del bene comune Villa del Cardinale, nonché per definire possibili alternative alla situazione attuale, nell'ottica di una reale promozione della filiera Ambiente/Turismo/cultura". È quanto si legge in una lettera che la Cgil di Perugia, insieme allo Spi Cgil provinciale, ha indirizzato al sindaco di Perugia, Andrea Romizi, e alla Soprintendenza archeologica belle arti e paesaggio dell’Umbria, alla quale il sindacato chiede di esprimere un parere sulla ormai annosa situazione.

"Sottolineiamo la possibilità di utilizzo di appositi fondi previsti anche nel Recovery plan - proseguono Cgil e Spi - per garantire sviluppo e attuare quella transizione ecologica di cui molto di parla". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia, la denuncia della Cgil: "L'uso di esplosivi nella cava di Monte Petroso mette a rischio la Villa del Cardinale"

PerugiaToday è in caricamento