Dehors e tavoli all'aperto, come cambiano le regole per l'aperitivo nel salotto buono di Perugia

Approvate le modifiche al regolamento per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche e per l’utilizzo dell’immagine della città di Perugia

Tavoli all’aperto e dehors in centro storico, cambia tutto con l’approvazione delle modifiche al regolamento per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche e per l’utilizzo dell’immagine della città di Perugia.

Le modifiche riguardano i criteri generali di collocazione e le sanzioni e misure ripristinatorie, frutto delle richieste delle associazioni di categoria e dei consiglieri Croce, Renda e Casaioli.

La superficie massima di occupazione di suolo pubblico con i dehors è stata fissata in 60 metri quadri davanti all’attività. Se questa ha una superficie interna superiore a 100 metri quadri la superficie massima aumenta fino a 70 metri quadri. In ogni caso i metri lineari dell’occupazione non potranno superare il fronte dell’esercizio se ve ne sono altri adiacenti.

I pubblici esercizi che hanno sede nei vicoli con una superficie interna di 50 metri quadri possono fare richiesta per dehors non superiori a 40 metri quadri di occupazione; se la superficie interna è inferiore a 50 metri quadri lo spazio in concessione non può superare i 16 metri quadri. In ogni caso il dehors non può essere installato a più di 50 metri dal locale. Unica deroga per i locali autorizzati per 5 anni consecutivi con la medesima ragione sociale e spazi interni di almeno 50 metri quadri. La concessione è rilasciata solo se la conformazione del vicolo e lo spazio massimo occupabile siano ritenuti consoni.

Superfluo dire che “è fatto obbligo di coprire i piatti contenenti le pietanze, nel rispetto delle vigenti normative igienico – sanitarie”.

Le sanzioni sono state rimodulate da un minimo di 75 euro ad un massimo di 500.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il centro storico è in continua evoluzione e richiede, per l’effetto, costanti aggiornamenti – ha spiegato l’assessore Pastorelli – Abbiamo deciso di intervenire anche alla luce della precedente liberalizzazione con conseguente proliferazione delle aperture di attività di food, con significative ricadute sul decoro del centro storico. Si è intervenuto su due fronti: nel primo caso sono stati introdotti dei criteri più equi rispetto a quelli precedentemente in vigore. Da una ricognizione era emerso che sussisteva una disparità di trattamento tra chi ha occupazioni minimali nei vicoli di pertinenza e tutti gli altri – ha proseguito Pastorelli - In secondo luogo si è inteso riconoscere il particolare impegno economico che mettono in campo tutte quelle attività che hanno locali piuttosto grandi (superiori ai 100 metri quadri) riconoscendo loro la possibilità di avere dehors più ampi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I migliori ristoranti di Perugia, la classifica dei primi dieci

  • Carlo Acutis, a dieci giorni dalla beatificazione aperta la tomba ad Assisi

  • Umbria, follia al supermercato: gira senza mascherina e prende a testate l'uomo che gli chiede di indossarla

  • Super vincita in Umbria, con un biglietto da 5 euro porta a casa 500mila euro

  • Umbria, incidente lungo la E45: muore motociclista, strada chiusa al traffico

  • Un'azienda perugina protagonista al matrimonio vip di Elettra Lamborghini sul Lago di Como

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento