menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quel tabellone metallico minaccia di cadere sul marciapiedi in via Pascoli

Si tratta di un manufatto piuttosto pesante e voluminoso. Se dovesse cadere, creerebbe pregiudizio all’incolumità del passante

Via Alessandro Pascoli. Quel pesante tabellone metallico divelto e portato in mezzo al marciapiedi costituisce una fonte di pericolo. Si tratta di una bacheca per le pubbliche affissioni, contrassegnata dal numero 921.

Siamo a qualche decina di metri a valle del complesso monumentale di San Francesco al Prato: poco sotto San Matteo in Campo d’Orto, la cosiddetta “chiesina dei barbieri”, col suo bel campaniletto a vela. Poco prima, dal lato opposto, c’è via San Sebastiano (interessata da una frana un apio d’anni fa) che sbocca alla Conca in via dell’Eremita.

Qualcuno ha inferto il colpo di grazia a un manufatto vecchio di decine d’anni e certamente malmesso. Ne fanno fede i supporti completamente ossidati, tanto che l’anonimo vandalo non deve aver fatto troppa fatica a dare il colpo di grazia a quel metallo divorato dalla ruggine.

Non gli è bastato staccarlo dalla base. Ma il lavoro è stato completando facendo ruotare il pannello di lato, fino a invadere il marciapiede. Tanto che i pedoni, se vogliono transitare, sono costretti a scendere sulla carreggiata esponendosi al rischio di essere investiti. E meno male che la strada, a senso unico in discesa, è a bassa intensità di circolazione.

Tabellone stroncato e portato in mezzo al marciapiedi (vista da sopra)-2Che lo spostamento sia intenzionale è fuor di dubbio, perché non può di certo essere stato il vento a spostare questo peso importante. Caso mai lo avrebbe del tutto stroncato, non girato.

A un esame a vista, l’altro grosso tubolare che funge da supporto è nelle stesse condizioni di degrado: è retto da un velo di cipolla. Basta che qualcuno si appoggi e tutto crolla.

Si tratta peraltro di un manufatto piuttosto pesante e voluminoso. Se dovesse cadere, creerebbe pregiudizio all’incolumità del passante.

Urge pertanto rimuoverlo e sostituirlo con uno nuovo. Il problema, insomma, è sempre lo stesso: ormai non si manutiene più nulla. E queste ne sono le conseguenze.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento