Webinar di Tamat e Università di Perugia sulla cooperazione nel settore zootecnico

Un interessante confronto fra studiosi sul campo e mondo della ricerca ha offerto spunti interessanti sulle possibilità della cooperazione internazionale

In modalità rigorosamente web si è svolto lo scorso 22 maggio il "Gombo tra Africa e Italia", terzo e ultimo appuntamento di "Si può fare. La cooperazione internazionale a tutte le latitudini" Seminari tecnici e casi studio tra Italia e Africa sulla filiera ovina, allevamento avicolo e orticoltura. L'evento è stato organizzato dall'associazione Tamat e dal Dipartimento Scienze Agrarie Alimentari e Ambientali - DSA3 dell’Università degli Studi di Perugia.

Il webinar era destinato agli studenti del DSA3 in scienze zooteniche e agronomiche, sostenuti con 5 borse studio sponsorizzate da Tamat tra il 2018 e il 2019, che hanno vissuto direttamente sul campo (in particolare in Burkina Faso e Albania) interventi di cooperazione internazioanle sui temi della sicurezza alimentare e dello sviluppo rurale; gli stessi hanno parecipato anche ai laboratori di co-progettazione con le due Università portati avanti dall’èquipe di Tamat negli ultimi tre anni. A llustrare i programmi, il Direttore Generale di Tamat Piero Sunzini, che ha ricordato l’importanza di continuare a sostenere queste iniziative con risorse adeguate e investimenti nel lungo periodo.

In questo senso i giovani ricercatori laureati del Dipartimento Scienze Agrarie Alimentari e Ambientalisono intervenuti al seminario on line hanno riportato le esperienze svolte tra Tunisia, Senegal, Burkina Faso e la nostra regione l’Umbria per sviluppare modelli produttivi capaci di futuro e sostenibilità umana e ambientale ( un esempio su tutti, a coltivazione dell’okra negli orti bio di Montemorcino a Perugia coltivati dai migranti del progetto ColtiviAmo). 

Altri importanti interventi hanno contraddistinto il seminario formativo-informativo, come quelli di Denisa Savulescu, rappresentante di Tamat in Burkina Faso e Mali, Angelo Correnti di ENEA che sta portando avanti la ricerca su azioni agro-ecologiche e il professor Francesco Tei con spunti interessanti offerti dal lavoro del professor Giorgio Gianquinto dell’Università di Bologna. 

Da questo appuntamento on line è emerso che le complessità e le criticità che emergono su un territorio possono essere affrontate incorciando conoscenze ed esperienze tra generazioni, per una cooperazione a tutte le latitudini. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un borgo umbro tra i 20 paesi più belli d’Italia del 2020 scelti da Skyscanner

  • IMPORTANTE E' stato ritrovato a Perugia un Gatto del Bengala: si cerca il proprietario

  • INVIATO CITTADINO Alle sei del mattino due giovanissimi dormono davanti alla vetrina di un negozio: chiamata la Polizia

  • "Aiutatemi", ragazzo trovato nella notte legato a un albero: indagano i carabinieri

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Giovani coppie, single e famiglie con un solo genitore, dalla Regione quasi 4 milioni per l'acquisto della prima casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento