Attualità

INVIATO CITTADINO Cva dei Rimbocchi, pronto il ricovero per i senzatetto

È tutto pronto per un’accoglienza degna. E il Comune di Perugia ha completato in anticipo la predisposizione di un servizio tanto delicato. Da stasera in funzione

Benvenuti, senzatetto. Il Comune ha allestito, al CVA dei Rimbocchi, una struttura… a cinque stelle. Non c’è che dire: le cose ben fatte sono un fiore all’occhiello per la città, oltre che testimonianza di rispetto della dignità umana.

È tutto pronto per un’accoglienza degna. E il Comune di Perugia ha completato in anticipo la predisposizione di un servizio tanto delicato. Da stasera in funzione.

Fin dalla mattinata di ieri, il riscaldamento andava “a tutta bachetta”, per intiepidire adeguatamente l’ex palestra, perfettamente attrezzata a dormitorio.

Disposti i letti, opportunamente distanziati, con tutta la biancheria di bucato e i cuscini incellofanati: materiale nuovo di zecca. 

I bagni sono puliti a specchio, le docce con acqua calda perfettamente efficienti.

Due i bagni comuni con molte cabine. Più due servizi riservati. Un bagno è a disposizione del personale della cooperativa Borgorete che si occuperà attivamente degli assistiti dalle 20 di sera alle 9 del mattino. Un altro è al servizio esclusivo di eventuali occupanti di una zona grigia (protetta da una tenda verde, in foto), dove potrebbe sistemarsi qualcuno che abbia febbre o sintomi patologici.

Si stanno apprestando anche sedie e tavoli per far consumare dignitosamente i pasti confezionati in sicure monodosi. A dire il vero, che senso avrebbe far consumare un pasto a quelle persone all’addiaccio o sotto la pioggia battente?

Gli assistiti saranno una ventina: una sola, per il momento, la presenza femminile. Tutti sono stati opportunamente sottoposti a tampone preventivo. Chi si è sottratto all’obbligo non verrà accolto nella struttura. Decisione ineccepibile sul piano politico e sanitario. Che altro dire? Solo una sottolineatura di carattere personale.

L’Inviato Cittadino è stato accolto con disponibilità e cortesia da funzionari del Comune e dall’assessore Luca Merli, il quale si è schernito ribadendo che la delega al terzo settore non è sua ma della collega Edi Cicchi. Apprezziamo la riservatezza e la discrezione.

Insomma: Perugia si mostra all’altezza della sua tradizione di civiltà e filantropia. Degna erede dell’insegnamento di Aldo Capitini sul “potere di tutti”. Specie degli ultimi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Cva dei Rimbocchi, pronto il ricovero per i senzatetto

PerugiaToday è in caricamento