Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità

Ambulatori solidali, da oggi c'è l'appoggio degli imprenditori per le cure sanitarie ai meno abbienti

L'associaione Asili notturni fornisce gratuitamente cure odontoiatriche, oculistiche e dermatologiche

Si allarga la platea di amici e sostenitori dell’associazione Asili notturni "Umberto I" Umbria, ambulatorio solidale con sede a Perugia, in via Giovanni Pierluigi Da Palestrina.

Il nuovo anno si è aperto con il supporto del Centro Siderurgico Industriale Srl di Colombella (Gruppo Arvedi) che ha organizzato una serata conviviale, venerdì 27 gennaio a Villa Buitoni di Perugia, durante la quale sono state presentate le attività e il lavoro dell’associazione, fondata nel 2018 da Fabio Bastianini che ha voluto portare e replicare in Umbria la già sperimentata esperienza torinese, operante dal 1886.

L’intento di Asili Notturni è quello di fornire gratuitamente cure odontoiatriche, oculistiche e dermatologiche ai meno abbienti grazie al lavoro svolto dai volontari, non solo medici ma anche personale che accoglie e gestisce le richieste. La sua attività sul territorio è significativa ed ecco alcuni numeri, aggiornati al 2022 e destinati a crescere: 1803 visite odontoiatriche, di cui 40 che hanno evidenziato lesioni precancerose, e 252 protesi donate; 60 visite dermatologiche, 198 visite oculistiche con 98 occhiali forniti mentre diverse sono state le visite audiologiche con 2 protesi acustiche offerte. Alla serata hanno partecipato, per l’associazione, il presidente Santino Rizzo e i coordinatori sanitari Luigi Gargiulo e Antonio Montanari; per il Comune di Perugia, presenti il sindaco Andrea Romizi, il vicesindaco Gianluca Tuteri e gli assessori Leonardo Varasano ed Edi Cicchi; inoltre, hanno preso parte tra gli altri, Donatella Tesei, presidente della Regione Umbria, il sindaco di Terni Leonardo Latini e l’imprenditore Marziliano Urbani, premiato insieme ad altri che sono stati vicini e hanno sostenuto a vario titolo gli Asili Notturni dell’Umbria. Altro sostegno importante è quello della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, che ha accolto e finanziato il progetto ‘50 protesi in un anno’, dando ulteriori prospettive di crescita e continuità all’associazione.

“Ci sono oltre 40 medici che prestano la loro professionalità gratuitamente – ha spiegato Rizzo – in un ambulatorio concesso a costi molto bassi dal Comune di Perugia. Offriamo cura e ascolto a persone con difficoltà economiche e operiamo in tutta la Regione. Abbiamo infatti stretto collaborazioni anche con i Comuni di Perugia, Corciano, Magione, Passignano sul Trasimeno, Narni e Stroncone perché vogliamo garantire assistenza a chi ha bisogno in maniera gratuita”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambulatori solidali, da oggi c'è l'appoggio degli imprenditori per le cure sanitarie ai meno abbienti
PerugiaToday è in caricamento