menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

INVIATO CITTADINO Cristina Manukyan Benedetti, fra grafica e pittura

Pittrice di origine armena, è figlia d’arte: il padre è figura eminente del mondo artistico-culturale del suo Paese

Cristina Manukyan Benedetti, pittrice di origine armena, fra grafica e pittura. È figlia d’arte, in quanto il padre è figura eminente del mondo artistico-culturale del suo Paese.

Giunta in Italia, si è sposata con un imprenditore locale ed è ormai spellana a tutti gli effetti, anche nel linguaggio.

Cristina non è autocentrata e non si limita a immaginare e proporre sue creazioni. Al contrario: la sua casa – un importante agriturismo – è ormai stabilmente divenuta un centro di accoglienza per artisti, per la diffusione del gusto.

Le sue opere sono marcate da una strabordante fisicità e da un’espressività che turba.

“Forse – dice – memoria delle sofferenze subite dal mio popolo, perseguitato e dolente”.

I disegni a pastello sono quasi monocromi, intensi e graffianti.

Nella sua Terra d’origine ha studiato da ginecologa. Non sembri un paradosso, ma da questo origina la sua pulsione dazionale che dà alla luce creature “artistiche”, segnate dal male di vivere.

L’abbiamo incontrata a Spello, in occasione della mostra “Stati d’Arte”, e l’abbiamo ritrovata arguta e spiritosa, sempre immersa nel suo mondo onirico e fashion.

Nel corso di una mostra a Narni, è stata apprezzata da Vittorio Sgarbi, con le parole: “Cristina cerca lo spirito nella forma”.

Il suo processo creativo è caratterizzato dal trattamento di carte con carboncini e acrilici diluiti. Ebbi a dire, presentandone una mostra: “Un processo di lacerazione-macerazione che denota un tormento e una ricerca costante del sé e delle oscure ragioni dell’esistere”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento