Domenica, 17 Ottobre 2021
Attualità Città di Castello

Coronavirus, il vescovo Domenico Cancian in isolamento volontario dopo i contatti con una persona positiva

Il pontificale per la festa dei patroni sarà tenuta dal vicario diocesano

Il vescovo di Città di Castello monsignor Domenico Cancian è in isolamento volontario dopo essere venuto a contatto con una persona positiva al Covid19.

Lo annuncia il vescovo stesso dicendo che non potrà presiedere i riti per i patroni Florido e Amanzio nella giornata di oggi.

"Carissimi nei giorni scorsi sono andato a fare visita ed assistenza a domicilio ad una persona malata e solo successivamente si è documentata la positività di questa persona al virus Covid 19 - scrive il vescovo - II sanitari mi hanno consigliato l'isolamento precauzionale. La comune responsabilità nei confronti della salute di tutti mi impone il rigoroso rispetto dei consigli sanitari per cui, pur essendo oggi la festa dei santi patroni
Florido vescovo, Amanzio sacerdote e Donnino laico, non posso presiedere il Pontificale delle ore 18:00 in Cattedrale. Mi sostituirà il vicario generale monsignor Giovanni Cappelli che ringrazio".

Il presule assicura a tutti la sua preghiera e la benedizione "invocando la protezione dei santi patroni per la nostra comunità, in particolare per tutti coloro che stanno soffrendo e per coloro che sono impegnati nel servizio dei malati e in tutti i servizi essenziali, compreso quello pastorale - conclude il vescovo - Invito tutti, considerando la situazione attuale, al rispetto delle norme che le autorità hanno predisposto per il bene comune. Una preghiera particolare per don Pietro Forlucci da ieri ricoverato all’ospedale. Che San Florido ci benedica in modo speciale!".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il vescovo Domenico Cancian in isolamento volontario dopo i contatti con una persona positiva

PerugiaToday è in caricamento