Attualità

Coronavirus, pazienti oncologici ed estremamente vulnerabili subito tra le persone da vaccinare

Approvata all’unanimità dall'assemblea legislativa dell'Umbria la mozione firmata dai consiglieri regionali Eleonora Pace e Marco Squarta

Nuove priorità nell'inoculazione dei vaccini, inserendo i pazienti oncologici tra gli estremamente vulnerabili. Lo hanno chiesto i consiglieri regionali Eleonora Pace e Marco Squarta con una mozione approvata all’unanimità dall'assemblea legislativa, dopo le modifiche al testo originale indicate dal capogruppo del Pd Tommaso Bori, con la sottoscrizione anche del capogruppo della Lega Stefano Pastorelli.

La mozione chiede alla giunta regionale di "attuare le nuove indicazioni per le priorità vaccinali che ricomprendono tutte le persone estremamente vulnerabili, con particolare attenzione ai pazienti oncologici che abbiano riportato una immunodepressione secondaria a trattamento terapeutico indipendentemente dalla data di termine delle cure".

La consigliera Pace ha spiegato che "nel definire i gruppi a cui dare la priorità per la somministrazione dei vaccini si è tenuto conto della particolare fragilità di alcune categorie di cittadini affetti da specifiche patologie ritenute particolarmente critiche se correlate al tasso di letalità associata a Covid-19".

Tra le persone "estremamente fragili" che presentano "un rischio particolarmente elevato di sviluppare forme gravi o letali del virus", sono ricompresi "anche i malati oncologici - ha sottolineato Pace - In questa categoria rientrano solo i pazienti con patologia tumorale maligna in fase avanzata non in remissione ed i pazienti oncologici e onco-ematologici in trattamento con farmaci immunosoppressivi e mielosoppressivi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, pazienti oncologici ed estremamente vulnerabili subito tra le persone da vaccinare

PerugiaToday è in caricamento