Coronavirus in Umbria, ordinanza della presidente Tesei: lezioni a distanza alle medie e alle superiori, stop allenamenti e niente Halloween

Nell'ordinanza si limita anche la mobilità e gli spostamenti solo per lavoro o comprovate necessità. Ferme anche le manifestazioni sportive. Autobus con capienza al 50%

La presidente della Regione Umbria Donatella Tesei ha firmato un’ordinanza con la quale dispone, dal 3 novembre 2020 e fino al 14 novembre 2020, l’obbligo per “le attività delle scuole secondarie di primo e secondo grado statali e paritarie” che siano “realizzate attraverso la didattica a distanza riservando alle attività in presenza esclusivamente i laboratori, ove previsti dai rispettivi ordinamenti del ciclo didattico, e la frequenza degli alunni con bisogni educativi speciali”. 

Coronavirus in Umbria, nuova ordinanza della Tesei: il testo integrale

Limitazioni anche per gli spostamenti: “dalle ore 22.00 del 31 ottobre 2020 alle ore 5.00 del 1 novembre 2020 nonché dalle 22 del 1 novembre 2020 alle 5.00 del 2 novembre 2020 sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o d’urgenza ovvero motivi di salute. È sempre consentito il rientro al proprio domicilio, dimora o residenza dal luogo di lavoro. La prova della sussistenza delle situazioni che consentono la possibilità di spostamento incombe sull’interessato” attraverso un’autocertificazione. 

Ordinanza Tesei, ecco i motivi della scelta: numeri dei contagi nella scuola e il peso sulla sanità regionale

L’ORDINANZA fa “divieto di porre in essere per l’intera giornata di sabato 31 ottobre 2020 le consuetudini legate alla festa cosiddetta di Halloween intese quali il crearsi di gruppi di bambini, seppure accompagnati, e di giovani per effettuare passeggiate e percorsi porta a porta”. 

Sospese anche “tutte le attività di gare e competizioni riconosciute di interesse regionale, provinciale o locale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato italiano paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva, in relazione agli sport di squadra e di contatto”. 

Sospesi anche “lo svolgimento degli allenamenti e preparazione atletica anche in forma individuale” per gli “atleti di età inferiore ai 18 anni che militano nelle società e nelle associazioni dilettantistiche e amatoriali degli sport di squadra e di contatto”.

Le violazioni sono soggette a sanzione amministrativa.

A breve anche la capienza del trasporto pubblico sarà ridotto al 50% della capienza massima.

"Abbiamo adottato una serie di misure – afferma la presidente della Regione Umbria Donatella Tesei - che hanno il fine di limitare le occasioni di diffusione del virus soprattutto tra i ragazzi che, seppur spesso asintomatici, possono poi rappresentare un veicolo di contagio all’interno degli ambiti familiari dove sovente vi è la presenza di soggetti a rischio per età e/o patologie pregresse. Per tale motivo, oltre ai suddetti provvedimenti, la nostra sanità regionale raccomanda fortemente di limitare gli spostamenti anche dei più giovani se non per necessità e di tutelare gli over 65, e coloro che hanno già patologie, limitandone e proteggendone i contatti diretti, anche in casa, con gli altri appartenenti al nucleo familiare". 

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 19 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 25 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento