rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Attualità

Coronavirus, provincia di Perugia in zona rossa: chiusi i centri di raccolta e le riciclerie

Gesenu, Auri e Tsa hanno disposto la chiusura dei Centri di Raccolta Comunale e delle Riciclerie a partire dall’8 febbraio e fino al 21 febbraio

Gesenu, Auri e Tsa hanno disposto la chiusura dei Centri di Raccolta Comunale e delle Riciclerie a partire dall’8 febbraio 2021 e fino al 21 febbraio 2021 nei comuni della zona rossa per l'emergenza coronavirus.

Dall'8 febbraio i Centri di Raccolta di Perugia (Collestrada, San Marco, Ponte Felcino, Pallotta, Sant’Andrea delle Fratte), di Gubbio (Via Venata), Bastia Umbra (Via del Lavoro), Todi (Zona Industriale Ponte Rio), Torgiano (Via dell’Artigianato), Bettona (Via Col di Mezzo), Umbertide e Lisciano Niccone (Zona Industriale Madonna del Moro) resteranno chiusi.

Chiuse anche le Riciclerie di Castiglione del Lago (Stazione), di Città della Pieve (Canale, Moiano), Corciano (Ellera, Mantignana), Magione, Paciano, Panicale, Passignano sul Trasimeno (Le Pedate) e Piegaro (Pietrafitta) resteranno chiusi. 

Coronavirus, zona rossa in mezza Umbria: l'infografica della Regione

 

Coronavirus, zona rossa in tutta la provincia di Perugia e in sei comuni della provincia di Terni: l'ordinanza

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, provincia di Perugia in zona rossa: chiusi i centri di raccolta e le riciclerie

PerugiaToday è in caricamento