menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, le varianti del virus "inguaiano" l'Umbria. Gli accertamenti sui campioni inviati all'Iss

L'epidemiologo Stracci: "Servono misure più restrittive". Attesa per la decisione della Giunta

I casi di variante inglese e variante brasiliana individuati in Umbria sono stati al centro della settimanale conferenza stampa della Cabina di regia sull'analisi del monitoraggio dei dati regionali. Con l'Umbria con il valore dell'indice Rt a 1,18 nella settimana dal 25 al 31 gennaio, il più alto d'Italia. E diversi casi di varianti, sia inglese (18) che brasiliana (12), individuata dagli esperti e sottoposti immediatamente all'attenzione dell'Istituto superiore di sanità

Un lavoro di squadra che il direttore generale della Prevenzione del Ministero della Salute, Gianni Rezza, ha elogiato. L'esito degli accertamenti sui 42 campioni inviati all'Iss, ha sottolineato Rezza, ha evidenziato come casi di variante brasiliana siano riconducibili prevalentemente a cluster ospedalieri (solo un caso all'esterno) mentre la cosiddetta variante inglese è stata individuata in soggetti positivi non ospedalieri. Un dato positivo, ha spiegato, è che in questo caso è stata già confermata la risposta positiva da parte dei vaccini ad ora disponibili per le campagne di immunizzazione in corso.Mentre la varante brasiliana, P1, potrebbe limitarne l'efficace.

Situazione critica in Umbria, che resta arancione ma dove sono possibli nuove restrizioni (in serata dovrebbe arrivare l'annuncio da parte della presidente della Regione Tesei), conseguenza di un'accelerazione che nel corso dei giorni ha continuato ad aumentare. Probabile conseguenza, secondo l'epidemiologo Fabrizio Stracci, docente di Igiene alla facolatà di Medicina di Perugia e membro del Comitato tecnico scientifico, proprio della diffusione delle varianti del virus che hanno, come noto, una capacità di diffusione maggiore e, ancora più critica è la esistenza di cluster anche all'interno dell'ospedale. 

"Vista la situazione, è la mia opinione, credo siano necessarie misure di contenimento più severe" conclude. Nel pomerggio un nuovo incontro con i vertici regionali, a breve le decisioni della Giunta. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento