menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Città di Castello, il sindaco contro i no vax: "Campagna populista, noi in campo coi vip per il vaccino"

Il primo cittadino Bacchetta: "Ho pensato a un appello del consiglio e di personaggi famosi della nostra città"

La campagna di vaccinazione promossa dal governo è scattata domenica 27 dicembre e tra i sindaci dell'Umbria che si schierano apertamente a favore del vaccino c'è quello di Città di Castello, Luciano Bacchetta. "Purtroppo la campagna populista 'No vax' ha prodotto zone di diffidenza che dobbiamo superare - ha detto in consiglio comunale il primo cittadino tifernate -. Faremo una grande campagna di adesione come comune e la promuoveremo con personaggi forti".

 Vaccino anti-Covid-19: caratteristiche, efficacia e procedure spiegate dall'Aifa

E ancora: "Il dato inquietante è sulle politiche no vax, anche su soggetti impensabili. Il vaccino non è obbligatorio ma speriamo che ci siano adesioni. Ho pensato ad un appello del consiglio e di personaggi famosi della nostra città. Anch’io sono preoccupato e il clima non è bello. Non c’è la consapevolezza che fare il vaccino è un dovere. Se tutti aspettano che lo facciano gli altri, non si vaccina nessuno. Sono invece favorevole ad una iniziativa massiva in vista della riapertura delle scuole, stiamo organizzando il rientro. Tutte le misure di prevenzione possono frenare il Covid ma non debellarlo. L’unico strumento vero conclude Bacchetta - è il vaccino".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Linfoma di Hodgkin, nuova terapia di precisione contro il tumore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento