menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, entrano in campo anche gli psicologi: supporto a operatori sanitari, pazienti in quarantena e familiari

Una rete di professionisti per offrire uno spazio di ascolto rispetto ai vissuti psicologici ed emotivi legati all’emergenza Covid-19

Psicologi in campo per fronteggiare l'emergenza coronavirus. Una rete di professionisti per offrire uno spazio di ascolto rispetto ai vissuti psicologici ed emotivi legati all’emergenza Covid-19. Da domani 19 marzo la direzione dell’Azienda Usl Umbria 2 attiverà un “Filo diretto psicologico” formato dagli psicologi dell’azienda sanitaria al fine di supportare gli operatori sanitari in prima linea, i pazienti in quarantena e i familiari dei pazienti ricoverati.

Come spiega una nota della Usl Umbria 2 "la gestione dell’emergenza e la lotta contro questo nemico invisibile passano anche attraverso la gestione, con il supporto di una squadra di professionisti ed esperti, delle differenti reazioni fisiche, cognitive, emozionali e comportamentali".

“La linea di supporto psicologico, attiva e dedicata esclusivamente all’emergenza coronavirus - spiega il commissario straordinario dell’Azienda Usl Umbria 2 dr. Massimo De Fino - offre la possibilità di parlare e confrontarsi con un esperto psicologo che possiede delle competenze specifiche sulle reazioni traumatiche, favorisce e velocizza il tempo di risoluzione delle reazioni stesse in un numero più elevato di persone, previene la strutturazione di disagi più significativi. L’intervento psicologico in una situazione di grande vulnerabilità diventa infatti un fattore protettivo del sistema psichico delle persone per renderlo più capace di adattarsi e di reagire, limitare comportamenti disfunzionali, percezione d’impotenza, paura e ansia con conseguente decremento delle difese immunitarie, particolarmente importanti in questo momento”.


Il progetto aziendale sarà coordinato dalla dottoressa Paola Angelucci e prevede l’organizzazione di un turno di reperibilità telefonica attivato da centralino dell’ospedale di Spoleto (0743.2101 dal lunedì al sabato dalle 9 alle 16).   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento