Coronavirus, la lettera di un bambino perugino: "Caro sindaco, riapri il Parco di Sant'Anna"

La risposta del primo cittadino Romizi: "So quanto è dura per i più piccoli, stiamo lavorando per voi. E per rendere più giusta e migliore la nostra realtà avremo bisogno della vostra fantasia"

"Caro sindaco, riapri il Parco di Sant'Anna". Una lettera insolita quella ricevuta da Andrea Romizi, il sindaco di Perugia a cui si è rivolto direttamente Alessandro, 9 anni, dopo quasi un mese e mezzo di emergenza coronavirus. Una 'quarantena', quella a cui sono stati costretti gli umbri come il resto degli italiani. Un isolamento forzato di cui soffrono, con le scuole chiuse e i giochi all'aperto vietati, soprattutto i bambini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus e distanziamento sociale, l'impatto psicologico su bambini e adolescenti

"Un nostro piccolo concittadino di 9 anni - raccota il primo cittadino sul suo profilo Facebook -, ha scritto una lettera di suo pugno chiedendomi di riaprire il Parco di Sant’Anna, il luogo in cui evidentemente era solito giocare vicino casa. Questo gesto mi ha sinceramente colpito, facendomi riflettere su quanto sia ancora più difficile osservare tutto quello che sta accadendo se si hanno gli occhi di un bambino. Da genitore capisco quanto sia complesso far capire ai più piccoli che adesso c’è un piccolo mostro invisibile con cui combattere e che stare a casa è la strategia per vincerlo. Così come spiegare loro i motivi per i quali non possono giocare al parco, incontrare i loro amichetti, andare a scuola, vedere gli insegnanti o abbracciare i nonni. Cari bimbi, tutti stiamo lavorando con grande impegno affinché al più presto possiate ricominciare a giocare all’aria aperta e in sicurezza. Voi, meglio di chiunque altro, avete la grande capacità di usare le ali della fantasia, costruendo mondi fantastici e storie incredibili. Fate tesoro della vostra immaginazione e continuate ad allenarla - conclude Romizi -, perché avremo bisogno anche delle vostre idee per rendere migliore e più giusta la nostra realtà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: centri commerciali e negozi chiusi la domenica. Tutti i provvedimenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 22 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento