Sabato, 19 Giugno 2021
Attualità

Una foto con la fisarmonica: Città di Castello ricorda Ivano Pescari, prima vittima umbra del Covid

I figli hanno consegnato agli ex colleghi un ritratto dell'ex dipendente comunale e musicista. Il sindaco Bacchetta: "È stato per noi un grande amico"

Città di Castello non dimentica Ivano Pescari, primo umbro a morire di Coronavirus. A ricordalo nella sede delle squadre operative del Comune, dove aveva lavorato per una vita prima di andare in pensione qualche anno fa, ci sarà infatti una foto in cui è ritratto insieme alla sua fisarmonica sullo sfondo di Villa Montesca. E proprio oggi (lunedì 27 luglio) è andata in scena la commovente cerimonia di consegna del ritratto fotografico foto agli ex colleghi da parte dei figli Samantha e Simone, a cui ha partecipato anche il sindaco Luciano Bacchetta.

“È stato per noi un grande amico - ha detto il primo cittadino tifernate - che abbiamo conosciuto e apprezzato come dipendente comunale e come artista, anima musicale di tanti momenti comuni. La sua vicenda ha colpito tutti noi e questa foto che lo ritrae nella sua veste di musicista è un modo per ricordare nel luogo di lavoro un grande e apprezzato uomo, a cui eravamo tutti affezionati e che è stata la prima vittima di Covid in Umbria. Allegro, simpatico positivo, così lo ricordo l’ultima volta che ho parlato con lui, durante un veglione prima della pandemia. È giusto onorarlo come merita attraverso i suoi colleghi di lavoro che gli hanno voluto bene. Ivano ha amato molto la sua città e il suo lavoro. Apparteneva a quella generazione di dipendenti per cui il Comune era come casa loro e si spendeva in modo disinteressato. Spero che esporrete questa foto nella nostra sede. A settembre abbiamo programmato un’occasione pubblica per onorare come merita la sua memoria. È quasi passato sotto silenzio, nella tensione e nell’alienazione del lockdown che 14 tifernati se ne siano andati. Dobbiamo onorare la loro memoria perché spesso neanche i loro cari hanno potuto salutarli”.

Commossa durante la cerimonia anche la figlia Samantha: “È un momento molto emozionante. Ringrazio tutti perché abbiamo sempre sentito la vicinanza con il babbo anche dopo il pensionamento e la foto che abbiamo scelto è stata scattata alla Montesca, fa parte di un album fotografico realizzato nella nostra città”. Il figlio Simone, che ne ha raccolto l'eredità artistica, ha invece annunciato un brano musicale dedicato al padre dal titolo 'Vivrai con me', che verrà eseguito nel prossimo appuntamento pubblico della band di Ivano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una foto con la fisarmonica: Città di Castello ricorda Ivano Pescari, prima vittima umbra del Covid

PerugiaToday è in caricamento