Attualità

Coronavirus, il sindaco di Città di Castello: "Gli ospiti della 'Muzi Betti' tutti negativi"

Il primo cittadino fa il punto sull'emergenza e dà una buona notizia per quanto riguarda la casa di riposo

Il trend è positivo in quasi tutta l'Umbria e la situazione è in miglioramento anche a Città di Castello, dove è il sindaco Luciano Bacchetta a fare il punto sull'emergenza coronavirus: “L’aggiornamento di oggi (venerdì 17 aprile, ndr) registra zero positivi e due guariti. Sta scendendo il numero delle persone positive e aumentando quello delle persone negativizzate attraverso i tamponi. Sono dati provvisori, va sempre ricordato. Possiamo dire in manieria abbastanza sicura che c’è un grande trend di guariti a fronte di zero positività. Gli ultimi casi di positività, pochi, sono in isolamento domiciliare e non presentano sintomi gravi. Probabilmente il momento di massima espansione del virus è passato ma dobbiamo rimanere a casa anche se più tempo passa e più è complicato. Si sta creando una tensione la fase del ritorno alla cosiddetta normalità che speriamo avvenga in tempi brevi.

Raffaello Sanzio e Città di Castello finiscono su Topolino nell'omaggio al 'divin pittore'

E nel frattempo si cerca di programmare il futuro, o quanto meno di iniziare a farlo: "È stata spostata Only Wine che si sarebbe dovuta svolgere alla fine del mese - spiega il primo cittadino tifernate -, speriamo che sia solo un rinvio, perché è una manifestazione che ha raccolto molto pubblico. Ci sono anche molti altri eventi su cui dobbiamo fare una riflessione per capire se potranno svolgersi in sicurezza. È necessario adottare una linea di prudenza e vediamo che intorno a noi altre manifestazioni storiche sono state sospese. Prioritario è che riparte l’economia: alcune imprese stanno lavorando da tempo in regola con le precauzioni con l’autorizzazione del Prefetto ma aspettiamo il 4 maggio per una ripartenza generale e questo è più di un auspicio".

Coronavirus, cantiere non autorizzato a Castello: multa per committenti e impresa

Infine una buona notizia dalla casa di riposo 'Muzi Betti': "La nostra realtà essendo molto industrializzata ha bisogno di ripartire. Ringrazio il cavalier Franco Masini, presidente locale dell’Associazione Nazionale Carabinieri per la donazione al reparto Covid 19 e concludo ricordando che la distribuzione dei Buoni Spesa è in dirittura finale. La parte più difficile sarà dopo l’emergenza. I cittadini devono uscire da questa fase e noi saremo qui per fare in modo che avvenga in modo agevole. Infine un aggiornamento su 'Muzi Betti', gli esiti di tutti i tamponi effettuati, un fronte potenzialmente critico come dimostrano le cronache, è negativo, sia per operatori che per ospiti. A 'Muzi Betti' il Covid 19 non è entrato e ringrazio operatori, direzione e As. Tiriamo un grande sospiro di sollievo”.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il sindaco di Città di Castello: "Gli ospiti della 'Muzi Betti' tutti negativi"

PerugiaToday è in caricamento