Coronavirus, la 'minaccia' del sindaco di Bastia: "Così non va, pronta a richiudere i parchi"

Il primo cittadino Lungarotti: "Chi gioca a pallone e chi si raduna senza mascherine: troppi assembramenti. Se nelle prossime ore si continuerà così sarò costretta a firmare un'ordinanza"

Paola Lungarotti 'imita Beppe Sala' e minaccia un nuovo 'lockdown' proprio come ha fatto il sindaco milanese Beppe Sala, furioso per la folla radunatasi sui Navigli. Il primo cittadino di Bastia Umbra ha fatto sentire la sua voce oggi (sabato 9 maggio) per stigmatizzare gli assembramenti registrati nelle ultime ore soprattutto nei parchi. 

Coronavirus in Umbria, la mappa del contagio: i dati comune per comune

"Messaggio urgente e importante - si legge sulla pagina Facebook del Comune -: la polizia locale ci sta segnalando una grave situazione riguardante gli assembramenti, tra le segnalazioni telefoniche dei cittadini e i controlli sul posto non si riesce a far fronte al problema, in particolare nella zona del percorso verde. Abbiamo chiesto anche l'aiuto della Protezione Civile per ricordare le norme di comportamento da tenersi nelle aree verdi volte ad impedire la diffusione del Covid19 ma invece si sta giocando a pallone, si sta all'aria aperta in gruppi senza distanziamento sociale e senza dispositivi di sicurezza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fase 2, si torna nei parchi. I perugini: "Come toccare il cielo con un dito"

"Invito tutti a riflettere, non siamo fuori dal problema: avviso la popolazione che se nelle prossime ore si continuerà così mi troverò costretta a firmare un'ordinanza di chiusura di tutte le aree verdi sul territorio, senza 'se' e senza 'ma'. Un vero peccato che anche chi adotta un comportamento corretto, così come quelle categorie di persone che piu degli altri sentono la necessità di stare all'aria aperta (penso alla prima infanzia, alle donne in attesa, agli anziani), si ritrovino nella stessa condizione di coloro che non hanno rispetto di nessuno. Certo, dover confidare sul maltempo significa che siamo davvero messi male... riflettiamo. Grazie per l'attenzione che vorrete dare, per la nostra Bastia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

  • Coronavirus in Umbria, il bollettino del 12 luglio: due nuovi positivi, aumentano gli isolamenti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento