menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, il Comune di Spello va avanti con lo smart working fino al 13 aprile: "Prima la salute"

La decisione della Giunta: "Garantiti tutti i servizi anche quelli necessariamente in presenza, al personale tutti i presidi di protezione necessari"

Prorogata fino al 13 aprile la modalità lavorativa dello smart working per i dipendenti del Comune di Spello. A comunicare la decisione della Giunta è vicesindaco Guglielmo Sorci. “Siamo nel pieno dell’emergenza sanitaria – precisa il vicesindaco - e riteniamo indispensabile la proroga per aumentare al massimo il livello di tutela della salute dei dipendenti e delle loro famiglie, attenendoci alle norme e conservando la responsabilità del ruolo istituzionale che ci impone di far fronte alle richieste indifferibili dei cittadini. Continuano ad essere erogati tutti i servizi che necessariamente devono essere svolti in presenza, come anagrafe stato civile, polizia municipale, gestione igiene pubblica e servizi esterni connessi al ripristino e alla manutenzione dei luoghi, protezione civile, servizi cimiteriali, protocollo cartaceo, attività urgenti dei servizi sociali; in tutti questi casi, i dipendenti sono stati dotati dei necessari dispositivi di protezione individuale".

Sorci infine sottolinea che sono sempre rimasti operativi tutti i numeri fissi del Comune di Spello, grazie all'attivazione del servizio di deviazione di chiamata per i dipendenti che lavorano in smart working.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento