menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus e scuole chiuse, l'azienda umbra aiuta i dipendenti: "Portate i vostri figli con voi, ci pensiamo noi"

Il gruppo Dinamo con sede a Città di Castello lancia, a partire da lunedì 9 marzo fino alla riapertura delle scuole, il programma ‘Dinamo for kids’, grazie al quale tutti i dipendenti potranno portare con sé i propri figli nel luogo di lavoro

Attività didattiche sospese fino al 15 marzo in tutta Italia per asili, scuole e università. Così l'azienda umbra dà una mano ai dipendenti. 

Il gruppo Dinamo con sede a Città di Castello lancia, a partire da lunedì 9 marzo fino alla riapertura delle scuole, il programma ‘Dinamo for kids’, grazie al quale tutti i dipendenti potranno portare con sé i propri figli nel luogo di lavoro.

“Vogliamo essere vicini ai nostri collaboratori e alle loro famiglie – ha dichiarato il Ceo del gruppo Livio Rotini – mettendo a disposizione assistenza e intrattenimento ai piccoli della famiglia Dinamo, organizzando laboratori artistico-educativi e attività ludico-ricreative. Dinamo vuole ribadire la sua responsabilità sociale e si mette a disposizione per offrire un servizio utile alle donne e agli uomini che ogni giorno danno vita alla nostra realtà, rafforzando il proprio welfare aziendale, in un momento così delicato per il nostro Paese. La nostra iniziativa nasce dall'esigenza di consentire a tutti i nostri dipendenti e collaboratori di continuare la propria attività lavorativa serenamente. Non tutti purtroppo hanno a disposizione nonni e parenti o possono permettersi un servizio di babysitting per uno o più bambini. Lo spirito di questo programma non ha intenzione, in alcun modo, di contravvenire alle disposizioni governative, che rispettiamo profondamente, a maggior ragione in un momento delicato per il Paese. In tal senso saranno rispettate tutte le norme igieniche e sanitarie indicate nelle ordinanze”.

Questo servizio di welfare aziendale è predisposto per un numero inferiore alle dieci unità, per evitare assembramenti sconsigliati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento