menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, sanificazione condomini: Ater partecipa alle spese per gli immobili in autogestione

L'azienda territoriale per l'edilizia residenziale viene incontro all'inquilinato

I decreti del Presidente del Consiglio (emessi dall'1 al 22 marzo 2020) obbligano all'igienizzazione degli spazi comuni dei Condomìni e Ater Umbria ha deciso di partecipare alle spese per la sanificazione degli immobili in autogestione. Una decisione volta a limitare la ricaduta economica sull’inquilinato a causa dell’acuirsi delle difficoltà connesse al Coronavirus, visto che sono tenute a rispettare le misure governative anche le autogestioni Ater (il cui funzionamento è soggetto alle medesime disposizioni del Codice Civile in materia e la cui gestione dei beni e dei servizi condominiali nonché la piccola manutenzione da parte degli assegnatari è normata dal vigente regolamento aziendale approvato con DCA n. 49 del 19/11/2014). 

Emergenza case e affitto sempre più difficile da pagare: dalla Regione più di un milione di euro

La sanificazione deve riguardare: i corridoi d’ingresso, le scale, gli ascensori, le pulsantiere, le maniglie, i corrimano e tutti gli spazi fruibili dai residenti e visitatori. Si tratta di un onere per l'utenza al quale l'azienda territoriale per l'edilizia residenziale pubblica umbra vuole partecipare. Per questo ha pubblicato un avviso: “Per la concessione di contributi al fine di agevolare le autogestioni Ater per la sanificazione degli spazi comuni degli immobili in relazione all’emergenza epidemiologica Covid-19” (che è consultabile per intero cliccando su questo link o accedendo al sito di Ater Umbria (www.ater.umbria.it).
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento