Attualità

Coronavirus, gli operatori della cultura e dello spettacolo a confronto con la Regione: liquidità per garantire la ripresa

Videoconferenza con l'assessore Agabiti: "Consapevoli dell'importanza di questi settori per l'Umbria, preservare il patrimonio materiale e immateriale è una nostra priorità"

Gli operatori dello spettacolo e della cultura a confronto con la Regione. A distanza, come impone l'emergenza Covid-19, l'assessore Paola Agabiti si è confrontata con alcune delle realtà che operano in Umbria per gettare le basi su cui ripartire una volta conclusa la fase emergenziale "L'incontro ha rappresentato una opportunità preziosa per condividere con gli operatori della cultura e dello spettacolo le iniziative da intraprendere per sostenere un settore particolarmente colpito dalla crisi" commenta l'assessore Agabit.  

Dal confronto in video conferenza, a cui ha preso parte anche Anci Umbria per il settore della cultura e dello spettacolo, è emersa da parte degli operatori del settore la necessità di sostenere la liquidità e favorire la ripresa delle attività future per garantire la qualità dell'offerta e il consolidamento delle programmazioni per i prossimi anni.

"Da parte della Regione – aggiunge Agabiti – c'è la consapevolezza che la cultura e lo spettacolo rappresentano un elemento fondamentale per l'intera economia umbra, a partire dalla forte sinergia di questo settore con il turismo, il commercio e l'artigianato. Oltre all'aumento delle risorse a disposizione con il Bilancio, che abbiamo già attuato, stiamo lavorando a nuove opportunità di finanziamento, sia in sede di confronto Regioni-Governo, sia attraverso un utilizzo veloce e virtuoso dei fondi europei".

"Salvaguardare il nostro patrimonio culturale, materiale e immateriale, significa preservare la nostra storia e la nostra identità e, allo stesso tempo, creare le condizioni per un futuro sostenibile e di qualità" conclude l'assessore Agabiti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, gli operatori della cultura e dello spettacolo a confronto con la Regione: liquidità per garantire la ripresa

PerugiaToday è in caricamento