menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Speakers’ Corner è davanti al Palazzo dei Priori: donna sandwich protesta da giorni con un megafono in mano

Coronavirus e distanziamento sociale, soprattutto a scuola e sui mezzi pubblici

A Perugia, lo Speakers’ Corner è davanti al Palazzo dei Priori. Da qualche giorno, una signora sandwich, dotata di megafono, staziona davanti al palazzo comunale, protestando e sollevando una serie di problemi di carattere sociale.

Prima fra tutte le questioni: quella del coronavirus e delle difficoltà legate all’effettivo/mancato distanziamento.

Dice: “Che senso ha prestare la massima attenzione al distanziamento nelle scuole, se poi i mezzi pubblici sono affollati all’inverosimile, specie in certi orari particolarmente critici?”.

Da qui a trattare i problemi dell’universo mondo poco ci corre. Infatti la contestatrice passa ad elencare temi di sicuro interesse, ma che poco hanno a che fare con la pandemia in corso. Si parla infatti di Tari e dei criteri di calcolo da rivedere, di inquinamento ambientale, di gestione del verde pubblico. Temi caldi sui quali si accalora, riuscendo a strappare qualche consenso. Con accento energico che chiama in causa gli amministratori, ai quali si rivolge con fare deciso e tono perentorio, puntando il dito (e il megafono) contro i travertini della residenza municipale.

Insomma: una corona di temi interessanti, ma buttati lì un po’ alla rinfusa. La protesta si dipana per diverse ore, con ammirazione, da parte dei passanti, per la foga oratoria, e per il dispendio di energie, che avviene veramente senza risparmio.

La signora è abbigliata da donna-sandwich. Davanti porta la scritta: “A scuola tutti distanziati. Nell’autobus tutti ammassati”.

Il cartello alle spalle recita: “Sicurezza scolastica, utopia fantastica”.

La gente si ferma un attimo e poi prosegue per la sua strada. Dunque, fiato sprecato? Forse. L’importante è che si possano esprimere le proprie idee in modo civile e non violento. Siamo proprio sotto la torre campanaria dove il filosofo Aldo Capitini ebbe il suo Studio.

Si dice, scherzando: “Sta a vedere che lo Speakers’ Corner, dal londinese Hyde Park, si è trasferito a Perugia!”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento