menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, in campo la task force della Prefettura per i controlli nelle aziende

Il gruppo di ispettori dovrà occuparsi anche di monitorare eventuali infiltrazioni criminali nel tessuto economico regionale

La Prefettura di Perugia ha creato una task force per vigilare sul rispetto e l’attuazione delle misure di contenimento e contrasto dell’emergenza Covid-19 nelle aziende.

Il gruppo di esperti si dovrà occupare di “servizi di controllo ed azione di informazione e supporto alle aziende” che sono tornate in attività nella fase 2. Il tavolo tecnico riunitosi stamane, in videoconferenza, e presieduto dal prefetto Claudio Sgaraglia, ha coinvolto Carabinieri, Guardia di finanza, Vigili del fuoco, Ispettorato del lavoro, Usl Umbria 1 e 2, per “pianificare i controlli riguardanti le attività produttive, industriali e commerciali” secondo le nuove regole imposte dal Governo.

Il prefetto Sgaraglia ha ricordato l’importanza di garantire la ripresa dell’attività con “l’esigenza di tutela della sicurezza dei lavoratori e della salute pubblica”. E per garantire gli “adeguati livelli di protezione” e “un più efficace sistema di controlli” si è arrivati alla costituzione dei “nuclei a composizione mista” con i soggetti che hanno partecipato alla riunione per pianificare ed effettuare controlli e verifiche. Il coordinamento della “cabina di regia” è affidato alla Prefettura che monitorerà i controlli da espletare in base ad un’agenda programmata e condivisa, tesa anche ad evitare sovrapposizioni o gravose duplicazioni delle ispezioni nei luoghi di lavoro.

Tra i compiti della task force anche il monitoraggio e la vigilanza nelle aziende per “cogliere tempestivamente eventuali elementi riconducibili a tentativi di ingerenze della criminalità organizzata, che potrebbero inficiare le dinamiche virtuose della ripresa economica”.

Oltre alla vigilanza gli ispettori dovranno anche fornire “informazione e supporto alle imprese al fine di coadiuvarle nell’attivazione di tutte le misure precauzionali per il contenimento della epidemia da Covid-19 nei propri ambienti di lavoro, in un’ottica collaborativa e formativa”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento