menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, buoni spesa e consegna a domicilio: così Pietralunga ha affrontato l'emergenza sanitaria

L'assessore al Sociale, Fedrica Radicchi: "Il nostro sostegno alle famiglie più deboli"

Il Comune di Pietralunga al lavoro per supportare a popolazione durante l'emergenza coronavirus. A fare il punto sulla situazione è l’assessore alle politiche sociali Federica Radicchi.

“Come disposto dal Governo la Giunta comunale ha subito deliberato i criteri per l’assegnazione dei bonus spesa e si è proceduto a pubblicare l’avviso per informare la cittadinanza. Di concerto con gli uffici competenti abbiamo espletato in soli dieci giorni, tutti gli adempimenti burocratici necessari per elargire i buoni spesa. Ad oggi abbiamo emesso un secondo avviso e già abbiamo consegnato i voucher alle famiglie beneficiarie. In tutto abbiamo coperto il fabbisogno di 40 famiglie, stabilendo tra i criteri un accesso privilegiato ai nuclei già in carico al sociale. Contestualmente, abbiamo effettuato una donazione al Centro di Ascolto - Caritas di Pietralunga di 2mila euro per sostenere l’acquisto di pacchi spesa, che sono stati poi donati ai soggetti più bisognosi grazie all’aiuto dell’Associazione Volontari pietralunghesi”.

Il Comune, inoltre, sempre per tutelare la propria comunità e contrastare la diffusione del virus ha adottato apposite misure di prevenzione.

“Attraverso l‘attivazione del Centro operativo comunale  e con l’ausilio dei volontari della Protezione civile – continua l’assessore - abbiamo istituito un servizio di consegna a domicilio della spesa non solo alle persone risultate positive al Covid-19 o in quarantena, ma a tutti i cittadini pietralunghesi richiedenti, al fine di ridurre al minimo gli spostamenti sul territorio comunale. Inoltre, a tutte le famiglie sono stati distribuiti dei dispositivi di protezione, precisamente un kit contenente guanti, mascherine e gel disinfettante”.

Altro intervento dell’Amministrazione per superare la difficoltà del momento ha interessato la posticipazione del pagamento delle rette scolastiche, dando la possibilità alle famiglie di utilizzare i ticket mensa già acquistati durante il prossimo anno scolastico o, in alternativa, per chi ne farà richiesta, sarà possibile il rimborso. Per quanto riguarda il trasporto scolastico dei ragazzi frequentanti le scuole secondarie di II grado, il Comune sta lavorando sulla pubblicazione di un avviso per compartecipare alla spesa degli abbonamenti".

Da evidenziare anche l’intervento del Comune rivolto alle persone più fragili, in particolare verso i bisogni e l’analisi delle criticità delle persone anziane più isolate. “Essendo il nostro Comune territorialmente molto vasto, ci siamo recati personalmente presso le abitazioni di molti soggetti, sia per registrare le varie necessità che per dare un supporto morale diretto, indispensabile in questa fase di estremo isolamento sociale. Stiamo ulteriormente lavorando al fine di attuare ulteriori iniziative rivolte alle fasce più fragili che possano essere da supporto oltre questa fase emergenziale, poiché siamo consapevoli – conclude Radicchi - che le conseguenze della crisi sanitaria si protrarranno a lungo ed è necessario far sentire alla popolazione tutta la nostra vicinanza e il nostro supporto”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento