Attualità

Coronavirus, bloccato a New York il perugino Filippo de Capitani racconta il lockdown con il suo smartphone

Ha realizzato un libro fotografico che mette in vendita per raccogliere fondi da destinare all'ospedale di Perugia e alla comunità di artisti newyorkesi

New York in lockdown raccontata dagli scatti di un perugino bloccato nella Grande Mela dal covid-19. Filippo de Capitani, "perugino storico, grande tifoso del Grifo", ha realizzato un libro fotografico di statti realizzati con lo smartphone. I profitti li vorrebbe distribuire tra l'ospedale di Perugia ed il teatro LaMama di New York.

Filippo, nel 1991 durante il servizio militare nei vigili del fuoco, ha sviluppato la sua passione per aiutare gli altri, fattore che lo ha portato in prima linea durante il terremoto del 1997 che lo ha impegnato per due anni.

Successivamente, ha trascorso oltre 20 anni a lavorare come direttore di produzione e direttore tecnico in teatri e compagnie di tutto il mondo, ottenendo grandi successi tra Londra New york e Berlino. Ora a New York City, sta cercando un modo per aiutare la sua città natale dall'altra parte dell'oceano. Nei primissimi giorni del "tutto chiuso" con il suo Iphone si è deciso a documentare la Grande Mela in questo momento storico per farne un libro fotografico. Tutti i profitti derivanti dalla vendita di questo libro andranno all'Ospedale di Perugia Santa Maria della Misericordia, per aiutarli nella loro lotta contro Covid-19, e LaMama Etc a New York per sostenere gli artisti della comunità locale.

Il libro si può acquistare su www.lulu.com/shop/filippo-de-capitani/new-york-2020-the-lockdown/paperback/product-24505734.html  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, bloccato a New York il perugino Filippo de Capitani racconta il lockdown con il suo smartphone

PerugiaToday è in caricamento