Martedì, 27 Luglio 2021
Attualità

Coronavirus, San Costanzo: niente degustazione del torcolo e luminaria, messa a numero chiuso

L'assessore Pastorelli: "E' importante celebrare, nel pieno rispetto di tutte le regole per il contenimento della pandemia, il nostro Patrono"

San Costanzo ai tempi del coronavirus. Le celebrazioni per il patrono di Perugia "quest’anno saranno inevitabilmente condizionate dall’emergenza sanitaria legata alla diffusione del coronavirus", spiega il Comune. "Nonostante tutto - aggiunge Palazzo dei Priori - , le principali organizzazioni cittadine, il Post, i forni e le pasticcerie di Perugia, offriranno un ricco programma con l’intenzione soprattutto di essere vicini alle persone in difficoltà".

Niente degustazione in centro storico: "Nell’impossibilità causa restrizioni covid di donare il torcolo per la degustazione (tradizione che prosegue ormai dal 1998)  - sottolinea il Comune - , i forni di Perugia hanno proposto insieme a Confcommercio, Confartigianato e Cna, una raccolta fondi, cui potranno partecipare anche i clienti, presso le loro attività commerciali. La raccolta è aperta dal 25 al 31 gennaio e la somma raccolta sarà donata all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia".

Il Comune di Perugia, nella mattina del 29 gennaio "offrirà alcuni torcoli alla Caritas e al personale sanitario impegnato nelle strutture covid dell’Ospedale. Ai due incontri parteciperanno il sindaco Andrea Romizi, il vice sindaco Gianluca Tuteri, l’assessore Edi Cicchi, l’assessore Clara Pastorelli. Alle 11.30, alla presenza dell’assessore Cicchi, avverrà la consegna da parte del Lions Club Perugia Maestà delle Volte di 25 libri per bambini presso la  casa famiglia Catia Doriana Bellini. Nella stessa giornata il Post offre un laboratorio didattico gratuito  dal titolo: “San Costanzo ed i suoi colori”, dedicato ai bambini  dai 3 agli 11 anni. Orari: 10-11, 11.30-12.30, 15.30-16.30, 17-18. Prenotazioni al numero 075.5736501".

Per ciò che riguarda le celebrazioni religiose, "il 28 non si terrà la tradizionale luminaria con sfilata per le vie della città da palazzo dei Priori alla chiesa di San Costanzo. Alle 18, presso la basilica di San Costanzo, è comunque prevista la celebrazione dei primi vespri con offerta dei doni e del cero da parte del sindaco. La cerimonia sarà riservata alle sole autorità civili e religiose".

Venerdì 29 alle 18 nella cattedrale di San Lorenzo "ci sarà la solenne celebrazione eucaristica presieduta dal Cardinale Gualtiero Bassetti, Vescovo di Perugia con la partecipazione dei Vescovi dell’Umbria e delle autorità civili e militari. La celebrazione sarà aperta al pubblico fino all’occupazione dei posti disponibili secondo le norme di contrasto alla diffusione del covid".

“Nonostante l’emergenza sanitaria in atto – sottolinea l’assessore al commercio e sport Clara Pastorelli – è importante celebrare, nel pieno rispetto di tutte le regole per il contenimento della pandemia, il nostro Patrono. Purtroppo, onde evitare ogni forma di assembramento, non sarà possibile riservare alla popolazione la tradizionale degustazione dei torcoli offerti dai forni, ma voglio rimarcare come questi ultimi abbiamo comunque deciso, in collaborazione con Confcommercio, Confartigianato e Cna e con il patrocinio del Comune di Perugia, di dar vita ad una raccolta fondi per ringraziare gli operatori sanitari del Santa Maria della Misericordia della straordinaria opera che stanno prestando senza soluzione di continuità ormai da mesi. Un bel gesto da parte di forni e pasticcerie che svolgono da sempre un’attività preziosa per la città e che rappresentano un’assoluta eccellenza del territorio. Sono certa che in tanti, attività e cittadini, risponderanno all’invito partecipando alla raccolta fondi e dando lustro ad una celebrazione di San Costanzo certamente diversa ma comunque da festeggiare”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, San Costanzo: niente degustazione del torcolo e luminaria, messa a numero chiuso

PerugiaToday è in caricamento