Attualità

Coronavirus, Perugia 1416 non molla: "E se settembre fosse presto, si riprogrammerà ancora"

Il Palio di Perugia: "Proprio in questi giorni che doveva andare in scena Perugia 1416, la rievocazione che vede protagonisti i cinque Magnifici Rioni della città"

Perugia 1416 non molla: "E se settembre fosse ancora troppo presto, si riprogrammerà ancora, non ci arrendiamo…", dicono in coro i componenti dei Rioni di Perugia. Perché, spiega una nota del Palio di Perugia, "Proprio in questi giorni che doveva andare in scena “Perugia 1416”, la rievocazione che vede protagonisti i cinque Magnifici Rioni della città, gli animi dei rionali si riempiono di sentimento".

E ancora: "È un mix di sensazioni quello che pervade i cuori di chi, per amore della propria città, delle proprie radici, del senso forte di comunità, a causa delle misure di contenimento per contrastare la diffusione del Covid-19, ha dovuto ad oggi lasciare in sospeso la propria festa. Una festa popolare che attraverso il corteo storico e le sfide per contendersi il Palio della quinta edizione di quello che rappresenta un progetto di coesione sociale, di rilancio del proprio patrimonio artistico e architettonico ci ha visto uniti in questo lungo e difficile periodo proprio nello spirito di Perugia 1416. Abbiamo continuato a programmare e a lavorare, e desideriamo con tutto il cuore avere uno sguardo positivo e di continuità verso il futuro", scrivono da Perugia 1416.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Perugia 1416 non molla: "E se settembre fosse presto, si riprogrammerà ancora"

PerugiaToday è in caricamento