menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, il Partito Democratico dell'Umbria rinuncia alla 'due giorni delle idee'

Salta l’iniziativa Umbria delle idee e delle persone. Un domani da scrivere insieme: "Niente allarmismi, ma è ragionevole anche evitare di concentrare in luogo chiuso diverse centinaia di persone"

Gli effetti collaterali del coronavirus si abbattono anche sul Partito Democratico dell'Umbria. La strada per il congresso regionale è sbarrata dall'emergenza sanitaria (anche se in Umbria non si registrano ad oggi casi di contagio). Come scrivono da via Bonazzi "il Pd dell’Umbria e la Fondazione Costituente hanno deciso di rinviare l’iniziativa “Umbria delle idee e delle persone. Un domani da scrivere insieme”, prevista per venerdì e sabato prossimi". Il rinvio, spiegano, "è stato deciso in considerazione del particolare momento che il Paese sta vivendo. Pure in una situazione dove non sono motivati allarmismi ingiustificati, appare ragionevole anche evitare di concentrare in luogo chiuso diverse centinaia di persone".

La due giorni, lanciata dal commissario Verini come anticipo del congresso regionale, è ufficialmente annullata. "L’appuntamento - spiega il Pd - , che aveva già avuto circa duecento iscrizioni ai laboratori tematici previsti per venerdì, prevedeva per la giornata di sabato, in assemblea pubblica, l’intervento a fine mattina del Presidente della Fondazione Costituente Gianni Cuperlo e nel pomeriggio le conclusioni del Segretario nazionale Nicola Zingaretti".

E ancora: "La nuova data dell’iniziativa sarà comunicata nei prossimi giorni, sulla base delle disponibilità dello stesso Segretario Nazionale e degli altri relatori. La “due giorni” prevedeva ( e così sará nella nuova data) sette tavoli tematici su temi quali: Un nuovo modello di sviluppo sostenibile, lavoro, impresa, ambiente; Un nuovo welfare sociale; Un nuovo welfare per la salute universale, pubblica, di qualità; Formazione, scuola, Università; Cultura, patrimoni e attività culturali; Diritti, legalità, integrazione; Democrazia, partecipazione, partiti e movimenti . Si tratta di temi di primissimo rilievo, che l’iniziativa affronterà in un dibattito aperto a iscritti, militanti e dirigenti del PD, a sindaci e amministratori del partito e del centrosinistra, a rappresentanti di forze sociali, culturali, associazioni, movimenti, a personalità della società. Il tutto, naturalmente, in una visione generale ma fortemente ancorata al presente e al futuro dell’Umbria. L’appuntamento, infine, rappresenterà anche un contributo al dibattito del PD: sia quello nazionale, che sta definendo l’appuntamento congressuale nazionale, sia quello umbro, impegnato nei mesi di marzo e aprile nello svolgimento del proprio Congresso regionale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento