menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, il sindaco Toniaccini al Prefetto: "Riaprire aree giochi per bimbi disabili, autistici o con disturbi dell'apprendimento"

Il primo cittadino di Deruta: "Questione di grande rilievo sociale e di ormai pressante necessità per le famiglie che vivono tali realtà"

Il sindaco di Deruta Michele Toniaccini scrive al Prefetto di Perugia per chiedere la riapertura dei parchi cittadini per consentire ai bambini affetti da patologie genetiche, disturbi del comportamento o disabilità, di poter trascorrere qualche ora all’aperto.

Il primo cittadino Toniaccini indica al Prefetto “una realtà sociale molto particolare”, cioè quella delle famiglie che hanno “bambini affetti da autismo, sindrome di down, disturbi e comportamento e disabilità” che ormai da lungo tempo “hanno ridotto significativamente se non azzerato le uscite all’aria aperta e le attività di svago dei propri figli”.

A fronte delle norme introdotte dai vari decreti del Presidente del consiglio Conte, con i quali si regola l’accesso ai parchi cittadini, permane il divieto di utilizzare le aree attrezzate con i giochi per i bambini. Il sindaco Toniaccini chiede proprio una “deroga specifica e circoscritta” per consentire “in specifici giorni e fasce orarie e con la presenza ed assistenza del volontariato di Protezione civile”. Giorni e fasce orarie che sarebbero riservate, in via esclusiva, proprio alle “famiglie con bambini affetti dalle diverse patologie” indicate.

Una richiesta per la quale il sindaco Toniaccini auspica l’accoglimento, vista la delicatezza della “questione, di grande rilievo sociale e di ormai pressante necessità per coloro che vivono tali realtà”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento